SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Per vedere le interviste video di Gentilini e Palladini cliccare in basso a destra.

PALLADINI: E’ stata una bella partita. Ho fatto giocare molti ragazzi del ’96 per valorizzare il lavoro che si sta facendo ovvero realizzare qualcosa di importante. Il merito quindi va anche a loro che hanno onorato questa partita. Sono stati bravi a crederci fino alla fine. Bravo Piagnerelli che anche questa volta ha parato i rigori. Nel primo tempo abbiamo fatto fatica perché l’Ancona è stata forte. C’è stata una buona reazione anche hanno messo qualcosa in più anche a livello di esperienza. Ora la prospettiva è quella di lavorare in sintonia col settore giovanile. Pazzi si è mosso molto bene anche perché aveva due difensori arcigni. Io su di lui non ho dubbi né perplessità. Luisi? Ha rifiutato l’offerta che a parer mio era buona. Io andrò semplicemente per la mia strada, faccio l’allenatore e svolgo il mio lavoro con quello che ho. E se tornasse Di Vicino? Stiamo facendo la parte di Penelope che aspettava Ulisse. Credo sia arrivato il momento di decidere.

GENTILINI: Il calcio è tremendo. Le partite vanno chiuse subito e noi non lo abbiamo fatto. Queste squadre si conoscono molto bene, c’è poco da scoprire. Sul 3-1 non pensavo che la gara fosse finita, anzi, ho sollecitato i ragazzi a continuare a lottare perché finché non si rientra negli spogliatoi non si può star tranquilli.

PAZZI: La scelta di domenica scolta è stata una scelta tecnica. Accetto le decisioni del mister. Bisogna essere intelligenti in queste situazioni seppur a malincuore. All’inizio del campionato abbiamo sofferto in molti sotto il profilo fisico. Questa squadra secondo me si è comportata discretamente, l’unica partita sbagliata è stata quella contro l’Amiternina. Oggi l’Ancona ha schierato quasi tutti i titolari che ha mentre la Samb ha convocato e fatto giocare ragazzi più piccoli. Vallorani ci ha sorpreso, gli avevamo consigliato di scegliere un angolo e invece ha voluto guardare negli occhi il portiere. Bella soddisfazione.

PIAGNERELLI: Non mi era mai capitato di parare tutti questi rigori. Mi era capitato di pararne uno l’anno scorso contro il Riccione. Oggi l’Ancona ha giocato con personaggi validi. Noi siamo stati bravi a riprendere una partita che si era messa male.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.131 volte, 1 oggi)