SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli italiani in vacanza a Corfù? Incrementati del 160% solo nell’ultimo anno. Un dato sorprendente che spinge ad investire sulla collaborazione con la località greca per uno scambio che sia culturale, ma soprattutto turistico.

In tal senso, il primo cittadino dell’isola del Mar Ionio, Ioannis Trepeklis, è stato invitato da Giovanni Gaspari a San Benedetto, in virtù di un rapporto di amicizia che potranno confluire in un fitto partenariato.

“Anche se San Benedetto e Corfù sono molto diverse dal profilo amministrativo – spiega Gaspari – dal punto di vista delle attività commerciali e imprenditoriali sono molto simili. Affacciandosi sul Mar Adriatico e sul Mar Ionio sono due realtà ancor più vicine se osservate nell’ottica della costituenda Macro Regione Adriatico – Ionica”.

Proprio questo progetto fa gola al numero uno di Viale De Gasperi: “Spacca si sta impegnando, sta tentando di spostare l’asse di sviluppo, tutto proiettato sul Tirreno, sull’Adriatico. Servirà il riconoscimento da parte dell’Europa per raggiungere l’obiettivo”.

Gaspari e Trepeklis hanno dunque gettato il seme, con un gemellaggio diplomatico che porterà nei prossimi mesi studenti italiani di licei ed università in viaggio in Grecia, e viceversa. L’isola di Corfù ospita 150 mila abitanti e racchiude a sé dodici comuni sommati a tre isolotti più piccoli inglobati. “La nostra fortuna – afferma Trepeklis – è legata al turismo. Intendiamo avviare rapporti con mercati che non siano stanchi. Insieme potremmo iniziare un rapporto proficuo. Avete mare, cultura e storia a pochi metri e un’ottima produzione agricola. Non vi manca nulla”.

Arrivato a San Benedetto giovedì sera, l’amministratore ellenico ha visitato venerdì i centri storici di Offida ed Ascoli Piceno, rimanendone estasiato. Nella stessa giornata, accompagnato dal consigliere comunale Silvano Evangelisti, ha visitato la PicenAmbiente e conosciuto, grazie all’amministratore delegato Leonardo Collina, il sistema di smaltimento dei rifiuti e le modalità della raccolta differenziata. Tappa poi presso l’lstituto Alberghiero dove ha incontrato il dirigente scolastico Alfonso Sgattoni, i suoi collaboratori e il professore Giuseppe Cappelli, docente dell’Istituto tecnico “Capriotti”. Durante il pranzo organizzato dalla scuola, il sindaco di Corfù si è confrontato con l’assessore all’Urbanistica Paolo Canducci e l’imprenditore Tablino Campanelli. I due gli hanno illustrato le attività cantieristiche, nautiche e marittime che si svolgono nel porto di San Benedetto. Sabato ha infine preso parte alla consegna in Municipio del Gran Pavese e alle celebrazioni religiose e civili organizzate per la Festa del Patrono, visitando gli ultimi ritrovamenti archeologici di epoca romana che sono tornati alla luce in occasione dei lavori di risanamento del sottosuolo del vecchio incasato, di piazza Sacconi e dell’ex scuola Sciarra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 379 volte, 1 oggi)