SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Carlo Fidanza, europarlamentare del PdL-Ppe e coordinatore della task-force sul Turismo del Parlamento europeo, a margine dell’incontro avvenuto tra i balneari e il Ministro Piero Gnudi, il 10 ottobre scorso sulla vertenza delle concessioni balneari ci ha inviato un suo commento.

Riceviamo e riportiamo interamente:

“La proposta del Governo, presentataci sommariamente dal Ministro Piero Gnudi, appare confusa e lacunosa e arriva dopo mesi di mancata consultazione delle categorie, cui era stato garantito un tavolo tecnico, e delle forze politiche.
Le proposte avanzate in questi mesi sono state sbrigativamente accantonate senza dare spiegazioni né tecniche né politiche. Infine, un governo che si vanta a ragione della sua forte vocazione europeista non ha trovato dal dicembre 2011 la volontà politica di riaprire un tavolo di negoziato con la Commissione Europea per far valere la specificità rispetto alla Bolkestein del nostro comparto balneare, che rappresenta un unicum in Europa. Da lì dobbiamo ripartire, come chiesto all’unisono da Camera e Senato, dal Parlamento Ue, dalle Regioni e dalle autonomie locali”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 117 volte, 1 oggi)