SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Forse Domenico Pellei non parla a nome del partito, ma sicuramente parla a nome mio”. Luigi Orlandi apre ufficialmente la frattura all’interno dell’Udc, intervenendo nel merito della discussione sulla possibile istituzione di un Registro per le coppie di fatto. Un’ipotesi che era stata immediatamente rigettata dal capogruppo centrista in Consiglio Comunale, ma successivamente sposata, con tanto di ammonimento a Pellei, da parte del Presidente dell’assise, Marco Calvaresi.

“Il pensiero di Pellei non è quello di tutto il partito” era stata l’accusa. Ecco allora la reazione veemente di Orlandi, che tira le orecchie a Calvaresi e arriva addirittura a definire le sue dichiarazioni superficiali.

“Se esiste un buco legislativo – afferma Orlandi – questo deve essere colmato dal Parlamento, non da singoli atti compiuti solo al fine di portare un momentaneo innalzamento della propria percentuale di consenso. Al tempo stesso bisogna anche chiarire che la diversa appartenenza politica e la diversa scelta di campo si determinano pure dalla visione completa e complessa che si ha riguardo la società, i valori che la fondano e le regole che la guidano soprattutto a livello nazionale, ove si creano le norme, gli interventi e le modifiche sostanziali alla civile convivenza. A livello locale la competenza è diversa, tuttavia certi gesti o annunci evidenziano la visione diversa che si ha della società e delle sue componenti e l’attenzione ad esse riservate”.

Orlandi ribadisce di credere nel valore della famiglia, “valore che l’Udc ha sempre sostenuto, cercando di proteggerlo e sostenerlo”, e si dice “certo che tutto finirà in una grande bolla di sapone”. “Forse però – conclude – qualcuno potrà capire che certe differenze non sono marginali e non prescindono dall’appartenenza politica”.

Calvaresi pare comunque intenzionato a proseguire per la strada intrapresa e concorderà prossimamente con il sindaco Gaspari la bozza del provvedimento da presentare in Consiglio. “La discussione avverrà appena si saranno rasserenati gli animi”, ha garantito il primo cittadino. Sempre a patto che torni davvero il sereno…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 518 volte, 1 oggi)