SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Festa del Patrono torna al Paese Alto. “Il suo habitat naturale”, afferma entusiasta Margherita Sorge, felice della riproposizione della manifestazione nella zona antica della città, a distanza di due anni. “Ci sono stati i lavori di messa a norma dopo il ritrovo dei resti di una domus romanica, che potranno essere ammirati da tutti coloro che accorreranno”.

Tre giorni di celebrazioni, tra programmi religiosi e civili. “Quest’anno – prosegue l’assessore alla Cultura – ricorrono i 150 anni dalla nascita della denominazione San Benedetto del Tronto. Pare infatti che fino al 1862 la città si chiamasse semplicemente San Benedetto”.

Il culmine si raggiungerà il 13 ottobre, giorno ufficialmente riconosciuto come quello del martirio del Santo. Spiega Don Romualdo Scarponi: “Studi scientifici hanno dimostrato che San Benedetto morì in quella data, nel 304, ad un’età compresa tra i 25 e i 30 anni. La tradizione è stata confermata”.

Sarà la festa di tutti – garantiscono i promotori – e il Paese Alto ricoprirà il mero ruolo del custode. Il pellegrinaggio della reliquia, partito il 2 ottobre scorso dalla Parrocchia di San Giacomo della Marca, proseguirà sino al 12, quando approderà, per l’appunto, in quella di San Benedetto Martire. Il 13, la ricorrenza verrà inaugurata dalla Santa Messa (ore 8), seguita da quella con i nonni e la benedizione delle coppie che festeggiano i 50 anni di matrimonio (ore 11). Alle 17 il passaggio davanti alla tomba di San Benedetto e alle 18 celebrazione solenne presieduta dal Vescovo Gervasio Gestori, con la riconsegna della chiave della città al Santo Patrono da parte del sindaco Gaspari.

Il 13 sarà inoltre il giorno della consegna in Comune del Gran Pavese Rossoblù (ore 11.30), onorificenza consegnata a personaggi caratteristici locali che si sono elevati per atti di coraggio ed abnegazione civica. La sera precedente, in Piazza Piacentini dalle 20.30, spettacolo con ‘Nduccio e la sua live band e al Teatro Concordia riproposizione di “Ttènèlla”, dramma dialettale di Bice Piacentini.

Domenica 14, alle ore 10, Giornata del Camminare in Piazza Giorgini e alle 18.30 “Un giorno in ospedale”, commedia in vernacolo presso Piazza Piacentini.

Non mancherà l’enogastronomia, a cura dei “Locali del Paese Alto, tutti i tre giorni a partire dalle 18.

PARCHEGGI GRATUITI Per l’occasione saranno disponibili gratuitamente i parcheggi del garage comunale in Via Impastato (sotto la scuola Marchegiani).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 972 volte, 1 oggi)