SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La 6a Giornata di Serie D Girone F è andata in archivio con 7 successi (di cui 3 esterni) e 2 pareggi (di cui uno a reti bianche) ; 30 (record stagionale di segnature) le reti messe a segno in questo 6° turno.

In testa alla classifica la Maceratese (al 5° risultato utile consecutivo, 1° pareggio stagionale, veniva da 4 successi consecutivi) dopo il pari (è stata raggiunta dai locali sull’1-1 dopo l’iniziale vantaggio firmato dal solito Melchiorri, al 6° centro stagionale) sul campo del Termoli (al 3° pareggio stagionale il 2° interno) viene raggiunta dalla Vis Pesaro (al 4° successo stagionale, il 1° interno, non subisce gol da 4 gare) che ha battuto di misura tra le mura amiche del Benelli il Celano Marsica (al 3° ko stagionale, il 2° esterno ed il 3° nelle ultime 4 gare) confermandosi miglior difesa del torneo (una sola rete subita finora dai vissini).
Dietro al duo capolista a -1 vi sono Ancona 1905 (Al 3° pareggio stagionale, il 2° esterno di fila, dopo quello di 2 domeniche fa a Pesaro) che non è riuscita a vincere sul campo della Civitanovese (al 4° pareggio stagionale, il 3° consecutivo ed anche il 3° in casa, è ancora a secco di vittorie) impattando a reti bianche e l’Olympia Agnonese (al 3° successo stagionale, il 1° esterno) che ha agganciato i dorici vincendo con un poker in rimonta (da 2-0 a 2-4) sul campo del Fidene (al 4° ko stagionale, ed anche il 4° nelle ultime 5 gare, il 2° consecutivo dopo quello di Jesi ed anche il 2° interno) che era andato in vantaggio di 2 gol. La squadra di Urbano si conferma miglior attacco del torneo con 15 reti segnate con 8 diversi elementi. L’ottimo andamento dei molisani confermato dal ritorno al successo di oggi dopo 2 pareggi consecutivi rende prezioso il punto che domenica scorsa la Samb conquistò ad Agnone.
A -2 dalla vetta troviamo 3 squadre: l’Astrea (al 1° ko stagionale), la già citata Samb (al 4° risultato utile consecutivo, 3° successo stagionale, il 2° nelle ultime 3 gare ed anche il 2° di fila in casa) ed il San Cesareo (al 3° successo stagionale, 2° consecutivo dopo quello interno con l’Isernia, il 1° esterno).
La squadra di Palladini seppur grazie a 2 autoreti e soprattutto ad una prodezza nel finale di Pazzi (al 3° centro stagionale) è riuscita a battere in rimonta tra le mura amiche del Riviera, in inferiorità numerica (espulso per doppia ammonizione Guglielmi al 75′ sul risultato di 2-1) proprio la squadra della polizia penitenziaria di Roma che ha perso la sua imbattibilità dimostrando comunque di essere un’ottima formazione ma anche di avere qualche difficoltà in trasferta (dove finora ha raccolto solo 2 punti in 3 partite) rispetto alle gare interne dove invece ha fatto finora bottino pieno (3 vittorie su 3).
Questo seppur sofferto successo casalingo contro un’ottima squadra come l’Astrea unito ai 2 pari in campi difficili come San Cesareo ed Agnone dimostra a nostro avviso come i rossoblu siano una corazzata sulla buona strada per far valere sino in fondo la loro forza in questo torneo.
L’altra squadra romana citata invece ha vinto la sua prima gara esterna espugnando il campo della Recanatese (al 2° ko stagionale e consecutivo, il 1° interno).
Da segnalare il 1° successo stagionale dell’Isernia che ha rifilato un poker interno alla Renato Curi Angolana (al 4°ko stagionale, il 3° nelle ultime 4 partite, il 2° esterno e di fila).
Questa è stata la giornata dei bomber . Infatti in questo 6° turno è stata segnata una tripletta e ben 4 doppiette.
In primis va rimarcata la tripletta realizzata da Hernan Rodolfo Molinari (al 6° centro stagionale) nel 4-2 col quale l’Amiternina ha steso tra le mura amiche il San Nicolò. Con questi 3 gol l’attaccante argentino ha agganciato Melchiorri della Maceratese in testa alla classifica cannonieri.
Nella gara già citata di Scoppito c’è stata anche una doppietta inutile ai fini del risultato finale, quella di Coccia del San Nicolò.
Le altre 3 doppiette invece hanno fruttato i 3 punti alle loro rispettive squadre. Parliamo di quelle di Artiaco nel 4-1 dell’Isernia con l’Angolana , quella di Sivilla (al 5° centro stagionale) nel 2-4 con cui l’Agnonese ha vinto sul campo del Fidene ed infine quella di Tajarol (al 3° centro stagionale) nell’1-3 con cui il San Cesareo ha espugnato Recanati.

RISULTATI E MARCATORI DELLA 6A GIORNATA DELLA SERIE D GIRONE F DI DOMENICA 7 OTTOBRE 2012 :
Amiternina-San Nicolò 4-2 (34’e 46′ Molinari, 62’Coccia [S.N.], 63’Molinari, 75′ Gizzi, 89′ Coccia [S.N.]) ;
Città di Marino-Jesina (Giocata Sabato)-[Senza la presenza del pubblico ospite per motivi di ordine pubblico] 0-1 (92′ Stefanelli su rigore) ;
Civitanovese-Ancona 1905 (senza presenza del pubblico ospite visto divieto di trasferta a tempo indeterminato deciso dall’osservatorio per la sicurezza) 0-0;
Fidene-Olympia Agnonese 2-4 (14’Covelli [F], 28’De Marco [F], 45’Keita, 52’e 58’Sivilla, 82’Pizzutelli);
Isernia-Renato Curi Angolana 4-1 (59’Artiaco, 61’Nicolai, 63’Artiaco , 66’Pagliuca [R.C.A.], 73’Vinciguerra);
Recanatese-San Cesareo 1-3 (29’Tajarol, 31’Iacoponi [R], 52′ Delgado, 65′ Tajarol) ;
Samb-Astrea 3-2 (12’Di Iorio [A] su rigore, 46’autorete di Mania, 48′ autorete di Di Fiordo, 79′ Simonetta [A], 86′ Pazzi) ;
Termoli-Maceratese 1-1 (29’Melchiorri [M], 45’Simone Miani [T] su rigore) ;
Vis Pesaro-Celano 1-0 (65′ Cremona).

CLASSIFICA: Maceratese e Vis Pesaro 13, Ancona 1905 ed Olympia Agnonese 12, Astrea, Samb e San Cesareo 11, Jesina 10, Amiternina 8, Isernia, Recanatese, Renato Curi Angolana e Termoli 6, San Nicolò 5, Civitanovese e Fidene 4, Celano Marsica 3, Città di Marino 1.
PROSSIMO TURNO, 7a Giornata d’andata di domenica 14 ottobre 2012 ore 15:
Ancona 1905 -Fidene ; Astrea-Amiternina ; Celano Marsica-Città di Marino ; Civitanovese-Termoli ; Jesina-Recanatese ; Maceratese-Samb ; Olympia Agnonese-Isernia ; Renato Curi Angolana-Vis Pesaro ; San Cesareo-San Nicolò.

L’ultima volta che Maceratese e Samb si sono incontrate all’Helvia Recina in campionato risale alla stagione 2009/10 in Eccellenza Marche (vinta in quella stagione proprio dalla Samb) e la gara finì 0-0.

CLASSIFICA CANNONIERI: In testa alla classifica marcatori ci sono Federico Melchiorri della Maceratese e l’argentino Hernan Rodolfo Molinari dell’Amiternina con 6 reti a testa. Seguono Sivilla dell’Olympia Agnonese e Stefanelli della Jesina con 5 gol ciascuno. Completano attuale podio Simone Miani del Termoli, Ruffini dell’Ancona 1905 e Shiba della Samb con 4 reti a testa.
Alle loro spalle troviamo Bartolini del Termoli, Costantino del San Nicolò, Covelli del Fidene, Cremona della Vis Pesaro, Di Iorio dell’Astrea, Iacoponi della Recanatese, Keita dell’Olympia Agnonese, Pazzi della Samb, Tajarol del San Cesareo e Vespa della Renato Curi Angolana con 3 gol ciascuno .
Dietro di loro ci sono Artiaco, Panico e Vinciguerra dell’Isernia, Borrelli dell’Ancona 1905, Bugaro della Vis Pesaro, Coccia del San Nicolò, D’Angelo del Termoli, Delgado, Mancini e Siclari del San Cesareo, Dema e Lazzarini del Celano Marsica, Di Marino della Recanatese, Pizzutelli dell’Olympia Agnonese, Quadrini del Città di Marino, Simonetta dell’Astrea e Sorrentino del Fidene con 2 centri a testa.
Seguono Ambrosini, Olcese e Sparvoli dell’Ancona 1905, Antonelli del Celano Marsica, Bellini, Briotti, Giuntoli, Mollo e Navarra dell’Astrea, Carboni, Negro e Romanski della Maceratese, Chicco, De Marco e Fusaroli del Fidene, Cianni e Falco del Termoli, Colombo e Christian Scarlato del Città di Marino, De Paolis e Del Vecchio del San Cesareo, Di Lollo, Leonetti, Orlando, Pifano e Scampamorte dell’Olympia Agnonese, Ferrante , Iommarini, Musilli e Pagliuca della Renato Curi Angolana, Forgione e Mattia Santoni della Samb, Alessandro Gabrielloni, Tommaso Gabrielloni, Sartori e Sebastianelli della Jesina , Galli e Ravasi della Civitanovese, Franco Gigli, Pagliardini e Patrizi della Recanatese, Gizzi dell’Amiternina, Guerriero e Padovani del San Nicolò, Lunardo e Nicolai dell’Isernia, Paganelli, Lorenzo Paoli e Torelli della Vis Pesaro tutti con un gol ciascuno.
Autoreti: Del Grosso (Ancona 1905) pro Termoli , Di Fiordo (Astrea) pro Samb, Kalambay (Città di Marino) pro San Cesareo e Mania (Astrea) pro Samb.

STATISTICHE NEL DETTAGLIO SERIE D GIRONE F DOPO LA 6A GIORNATA:
POSITIVE:
Le squadre ancora imbattute e che hanno dunque la migliore serie positiva di 6 risultati utili consecutivi sono: Ancona 1905, Jesina ed Olympia Agnonese .
Maggior numero di vittorie consecutive in corso: Jesina, San Cesareo e Vis Pesaro con 2 successi consecutivi.
Non subisce gol da più partite: Vis Pesaro da 4 gare consecutive (393 minuti complessivi)
Miglior attacco: Olympia Agnonese con 15 reti all’attivo.
Miglior difesa: Vis Pesaro con una sola rete subita.
Migliore differenza reti : Olympia Agnonese (15-8) e Vis Pesaro (7-1) con un + 7 a testa .
Maggior numero di vittorie: Maceratese e Vis Pesaro con 4 successi a testa.
Maggior numero di pareggi:Civitanovese e Jesina con 4 pari a testa .
Maggior numero di punti in casa: Astrea con 9 frutto di 3 successi interni consecutivi.
Maggior numero di punti in trasferta : Vis Pesaro con 9 , frutto di 3 successi esterni consecutivi.
La squadra finora a segno col maggior numero di giocatori è l’Olympia Agnonese con 8 diversi elementi: Di Lollo (1) , Keita (3) , Leonetti (1) , Orlando (1), Pifano (1), Pizzutelli (2), Scampamorte (1) e Sivilla (5).
Minor numero di Espulsioni: Astrea, Celano Marsica, Maceratese, Olympia Agnonese e Recanatese con 0 cartellini rossi.
Minor numero di Ammonizioni: Olympia Agnonese con 8 cartellini gialli rimediati.
Migliore media inglese: Maceratese e Vis Pesaro con +1.

NEGATIVE:
Maggior numero di sconfitte :Città di Marino con 5 ko .
Peggior serie negativa in corso: Città di Marino, Fidene, Recanatese e San Nicolò con 2 ko consecutivi a testa
Non va a segno da più partite: Celano Marsica da 4 gare consecutive
Minor numero di vittorie: Celano Marsica, Città di Marino e Civitanovese con 0 successi.
Minor numero di pareggi: Renato Curi Angolana con 0 pari.
Peggior difesa: Città di Marino con 17 reti incassate.
Peggior attacco: Civitanovese con 2 sole reti realizzate.
Peggior differenza reti: Città di Marino con un -13 (4-17) .
Minor numero di punti tra le mura amiche : Città di Marino (un pari e 2 ko) , Fidene (un pari e 2 ko) e San Nicolò (un pari e 2 ko) a quota 1 .
Minor numero di punti esterni : Città di Marino a quota 0 : 3 ko esterni consecutivi.
Maggior numero di espulsioni (di giocatori): Renato Curi Angolana con 4 cartellini rossi rimediati.
Maggior numero di ammonizioni: Maceratese con 23 cartellini gialli rimediati.
Peggior media inglese: Città di Marino con un -11.

STATISTICHE SAMB:
Vittorie: 3 (Con San Nicolò, Renato Curi Angolana ed Astrea).
Pareggi: 2 (con San Cesareo ed Olympia Agnonese)
Sconfitte:una (con l’Amiternina)
Gol fatti: 11 (7 in casa e 4 in trasferta) con 4 diversi marcatori : Forgione (1), Pazzi (3) , Mattia Santoni (1) e Shiba (4). Ai 4 diversi marcatori rossoblu vanno aggiunte le autoreti di Di Fiordo (Astrea) e Mania (Astrea).
Gol subiti: 7 (4 in casa e 3 in trasferta).
Differenza reti: +4 (11-7).
Capocannoniere: Henry Shiba con 4 reti .
Punti interni: 6 (su 3 gare casalinghe): 2 successi ed un ko
Punti esterni: 5 (su 3 gare in trasferta): un successo e 2 pareggi.
Espulsioni (di giocatori): 3 (Forgione, Guglielmi e Napolano).
Ammonizioni:21 .
Media inglese: -1.

Statistiche MACERATESE (prossimo avversario della Samb) :
Vittorie: 4 (Con Vis Pesaro, Civitanovese, Celano Marsica e Città di Marino).
Pareggi: uno (col Termoli)
Sconfitte: una (Con l’Ancona 1905)
Gol fatti: 9 (6 in casa e 3 fuori) con 4 diversi elementi: Carboni (1), Melchiorri (6) , Negro (1) e Romanski (1).
Gol subiti: 5 (4 in casa ed uno fuori)
Differenza reti: +4 (9-5).
Capocannoniere: Federico Melchiorri con 6 gol .
Punti interni: 6 (su 3 gare casalinghe): 2 successi ed un ko
Punti esterni: 7 (su 3 gare in trasferta): 2 successi ed un pareggio.
Espulsioni (di giocatori): 0
Ammonizioni: 23 .
Media inglese:+1 .

La Maceratese è una squadra della provincia di Macerata, neopromossa in Serie D avendo vinto la scorsa stagione il Campionato d’Eccellenza Marche. La formazione di Guido Di Fabio attualmente è in testa al campionato a pari punti con la Vis Pesaro. Finora nonostante il ko interno (0-2 con l’Ancona) alla 1a giornata ha avuto un buon andamento sia in casa dove ha vinto (1-0 e 5-2) 2 partite (con Civitanovese e Città di Marino) che in trasferta dove ha vinto (col medesimo punteggio di 0-1) altrettante gare (a Pesaro e Celano) e pareggiato (1-1) una (a Termoli) . Nell’attuale Coppa Italia di Serie D i biancorossi sono stati subito eliminati nel turno preliminare perdendo (1-2) tra le mura amiche con la Recanatese.

Programma Sedicesimi di finale Coppa Italia di Serie D di mercoledì 17 ottobre:
GARA 1: TRISSINO VALDAGNO-SACILESE
GARA 2:DELTA PORTO TOLLE-BELLUNO
GARA 3:VIRTUS VECOMP VERONA-PONTE SAN PIETRO ISOLA
GARA 4:CARAVAGGIO-CARONNESE
GARA 5: PORTO TORRES-ARZACHENA
GARA 6:BORGOSESIA-DERTHONA
GARA 7:LAVAGNESE-BOGLIASCO D’ALBERTIS
GARA 8: SCANDICCI-VIRTUS CASTELFRANCO
GARA 9: AREZZO-SANSEPOLCRO
GARA 10:VITERBESE-CASACASTALDA
GARA 11:SAMB-ANCONA 1905
GARA 12:FIDENE-ISERNIA
GARA 13:SAN CESAREO-CASERTANA
GARA 14:SARNESE-MONOSPOLIS
GARA 15:FRANCAVILLA-TORRE NEAPOLIS
GARA 16:CITTA’DI MESSINA-RAGUSA
Gli accoppiamenti per il turno successivo seguiranno la numerazione progressiva delle gare (esempio: vincente gara 1 vs vincente gara 2).
Ricordiamo che il turno preliminare, il primo turno, i trentaduesimi, i sedicesimi, gli ottavi di finale ed i quarti di finale della Coppa Italia di Serie D saranno disputati con gare di sola andata. Le semifinali saranno invece disputate con gare di andata e ritorno e la finale in gara unica e campo neutro.
La vittoria della Coppa Italia di Serie D a differenza di quella Dilettanti (riservata alle squadre d’Eccellenza e che se vinta da la promozione diretta in Serie D) non da la promozione ne una speranza diretta di rispescaggio. Dalla stagione 2007-08 la vittoria di questo trofeo garantisce l’accesso diretto alle semifinali dei Play-off Nazionali di categoria. Nel caso la squadra vincitrice abbia già acquisito il diritto a partecipare alla Lega Pro Seconda Divisione, avendo vinto il proprio campionato, il posto in semifinale verrà preso dalla finalista perdente.
Dunque in Serie D ne la vittoria della Coppa Italia ne quella dei Play Off Nazionali garantiscono promozioni o sicuri ripescaggi basta pensare che le ultime detentrici di queste 2 competizioni: Sant’Antonio Abate (vincitore la scorsa stagione della Coppa Italia) e Nuova Cosenza (vincitrice la scorsa stagione dei Play Off Nazionali) sono rimaste entrambe nei Dilettanti.
Tuttavia esiste una consolazione economica, ad esempio le finaliste della Coppa Italia prendono 3.500 euro a testa, mentre le semifinaliste 2.000 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 753 volte, 1 oggi)