SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Partendo da una riconquista della dimensione sensoriale e percettiva del corpo, si è giunti, attraverso la tecnica dell’improvvisazione, alla sperimentazione libera e personale dei significati che la terra porta con sé. “Essere Vento” nasce dal vissuto personale e dalle improvvisazioni dei singoli partecipanti ed andrà in scena il 6 Ottobre, ore 21.30, al Teatro dell’Olmo di San Benedetto del Tronto. Lo spettacolo si ispira al laboratorio di danzaterapia e teatroterapia “Il risveglio della terra” che si è tenuto da febbraio a maggio scorso.

Il laboratorio era incentrato sulle personali capacità espressive dei partecipanti attraverso un percorso di gruppo. L’idea è nata da una ricerca sulla terra, intesa come appartenenza, origini, radici. Lo spettatore è accompagnato in un percorso che va dalla rappresentazione dello squilibrio della natura, al corrispondente squilibrio interno dell’uomo: un vero e proprio sradicamento che acquisisce una valenza biografica. Ma il soffio della vita sorprende, portando un seme proprio dove il vuoto è più grande, costituendo lo spunto per una rinascita, una nuova terra, un approdo.

Regia di Erica Amatucci e Antonella Crivellaro. Luci di Massimo Massacci. Interpreti: Bruno Bruglia, Alessandro Carincola, Nicla De Marinis, Angelo Marconi, Chiara Marconi Sciarroni, Marina Marucci, Annalisa Mazzaufo, Federica Pergallini, Micaela Santini.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 158 volte, 1 oggi)