RIPATRANSONE – Lunedì 1 ottobre il Comune di Ripatransone, ente capofila, accreditato sin dal 2004 in prima classe presso l’ufficio nazionale del servizio civile, in partenariato con 17 comuni dell’Ascolano, con l’Asur 12 e con l’associazione “On The Road” di Martinsicuro, ha dato il via alla formazione dei 35 volontari che operano su tutto il territorio.

La formazione è in corso presso la sala di rappresentanza del Municipio di Ripatransone e terminerà martedì 9 ottobre. Una parte  è curata dalla dottoressa Stefania Scodanibbio, con la quale i ragazzi approfondiscono i risvolti psicologici del loro volontariato: la motivazione, l’empatia e il lavoro di gruppo. La dottoressa Sabina Santori ha illustrato invece gli aspetti più tecnici del servizio civile: che cos’è, come è organizzato, il ruolo e l’impegno etico del volontario.

Il consigliere delegato al Scn, Diana De Angelis, ha salutato i ragazzi riportando la sua esperienza di volontaria del servizio civile nell’anno 2009/2010, ricordando l’importanza della cittadinanza attiva e del volontariato. La formazione, dunque, è una fase centrale del Servizio Civile Nazionale, perché permette ai ragazzi di comprendere più a fondo il ruolo che ricoprono e di potersi confrontare sulle esperienze che vivono all’interno delle strutture in cui prestano servizio.

I nuovi progetti sono stati elaborati individuando i settori che hanno un bisogno maggiore di supporto: i minori, i giovani, gli anziani, la cultura e il disagio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)