GROTTAMMARE – Fervono i preparativi in quel di Grottammare, e più nello specifico all’interno della “muraglia bianco-celeste” che avvolge lo stadio Pirani. In vista del match dove i padroni di casa ospiteranno la temibile Fermana, proseguono con intensità gli allenamenti dei giovani e talentuosi protagonisti del pallone grottammarese.

Sfida imminente decisamente cospicua per il team rivierasco, per una serie di motivi in base ai quali, alla quinta giornata di campionato, i tempi ormai maturi potrebbero confermare (o meno) alcuni livellamenti plasmandoli eventualmente in dati di fatto, sennonché sfatare delle malfunzioni che si spera non si siano radicate nel complesso marchingegno elaborato da mister De Amicis.

La perequazione più evidente che allinea scelte azzeccate con i risultati sul campo è rappresentata infatti dall’ottimo reparto difensivo, arricchitosi adesso del nuovo tesseramento di Daniele Marinelli, portierone esperto che al suo esordio si è già accaparrato la nomina di lapalissiano uomo match. Settore difensivo che finora si è macchiato di pochissimi peccati veniali, e che col rinforzo del 32enne di Porto D’Ascoli rappresenta una vittoria indiscussa della stagione in corso.

Tra i castelli di sabbia che si spera verranno fatti crollare magari proprio della partita contro la Fermana, la problematicità del mettere la sfera di cuoio oltre la linea che unisce i due pali. Buoni segnali sono stati spediti dalla coppia Ludovisi-Rosa, specialmente in fase di fraseggio tra le due punte. Dialogo che purtroppo, almeno finora, ha prodotto poco forse a causa di un adeguamento tra stili di gioco che ancora i due giovani bomber non sono riusciti a raggiungere.

Per il timoniere De Amicis “Proseguono alcuni problemi con gli indisponibili, in particolare Adamoli che non è ancora al 100% della tenuta, assieme al compagno di reparto Silvestri ancora fermo. Ci manca ancora la vittoria, ma la numerologia nel nostro caso non rappresenta alcuna conferma di uno status deficitario. La classifica è bugiarda, se valutiamo quello che i miei hanno fatto finora non dovremmo ricoprire la posizione attuale. La sfida contro la Fermana? Difficile, è una squadra di vertice costruita per vincere. Ma al contempo stimolante, perché adesso c’è il consenso unanime sul fatto che bisogna fare risultato, visto che abbiamo raccolto meno di quanto abbiamo prodotto”.

C’è curiosità nel conoscere il nuovo tesseramento bianco-celeste, che ha sorpreso tutti col suo esordio da applausi dopo essere giunto a Grottammare appena 24 ore prima. Parliamo ovviamente di Daniele Marinelli, il nuovo portiere bianco-celeste.

“Sono venuto qui per fare bene – dice Marinelli – molti dei miei colleghi già li conoscevo da tempo. Tutti bravi ragazzi e ottimi giocatori, e nel match nel quale ho esordito contro la River Urbinelli ho da subito trovato la giusta armonia con loro. Nel calcio si vince e si perde in undici, e io spero di far parte proprio degli undici che scenderanno in campo da oggi in poi. La mia prima partita è andata bene, spero di continuare così”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 183 volte, 1 oggi)