GROTTAMMARE – Il consiglio Comunale, avvenuto in data 28 settembre, ha intitolare il belvedere del Castello all’onorevole Alceo Speranza.

La proposta era parte dell’unica osservazione pervenuta in merito a una variante del piano regolatore generale, oggetto di discussione durante l’ultima seduta civica, e nella quale il proponente s’impegnava a cedere quasi 800 metri quadrati in più di quelli offerti in precedenza, passando da 4870 a 5650 metri quadrati.

È proseguito poi, in seduta di consiglio, l’iter della variante volta alla risoluzione di piccole anomalie urbanistiche esistenti in vari punti del territorio comunale. Tra queste, c’era anche l’intenzione dei proprietari dell’area confinante con la pineta del Castello (c.d. Vedetta Picena) di cedere gratuitamente una parte della superficie al Comune, a fronte della scadenza decennale della destinazione d’uso.

L’offerta, giudicata vantaggiosa dal consiglio, ha portato ha una votazione favorevole all’unanimità. Da qui si è poi andata ad accogliere anche la proposta di intitolare lo spazio verde all’onorevole Speranza (L’intitolazione avverrà alla conclusione dell’iter di cessione dell’area).

Nella stessa serata è stato presentato il resoconto del servizio “Sportello Animali”, aperto presso l’assessorato all’Ambiente già tre anni fa. Il motivo della presentazione è avvenuto dopo un’interrogazione presentata dal gruppo consiliare Grottammare Futura, nel quale si richiedeva la possibilità di dotare il Comune di Grottammare di un regolamento per il benessere degli animali: “in modo da sensibilizzare i cittadini al rispetto e al principio della corretta convivenza con gli stessi, non dimenticando la necessità di norme che regolino gli spettacoli, le fiere e lo stazionamento dei circhi con presenza di animali”.

L’assessore all’Ambiente, Giuseppe Marconi però non ha accolto la proposta, in virtù di un’attenzione continua nei confronti dell’argomento, resa concreta, a suo avviso, dall’attivazione dello sportello per agevolare la comunicazione e la risoluzione di problematiche inerenti gli animali.

L’argomento ha attivato un dibattito che ha coinvolto diversi membri del consiglio comunale, dal consigliere Maria Grazia Concetti, che auspicava “attività di sensibilizzazione nelle scuole”, all’assessore Cesare Carboni che ricordava “l’attenzione prestata dall’amministrazione comunale nei casi di fiere e mercati, con controlli e regolamenti specifici”, fino alla precisazione del sindaco LuigiMerli “sull’impossibilità logistica del territorio comunale di accogliere circhi con presenza di animali in quanto, questo tipo di spettacoli ha bisogno di grandi spazi”, per concludere, con l’intervento del presidente del consiglio comunale Ugo Lisciani il quale ha ricordato la nuova normativa che elimina il divieto per la detenzione di animali da affezione nei condomini.

Il consigliere Sandro Mariani si è dichiarato non soddisfatto della risposta, affermando che un “regolamento avrebbe dotato la città di uno strumento in più”.

Obbligatorio, poi, parlare di bilancio. La scadenza annuale di fine settembre ha permesso di visualizzare il rendiconto sullo stato di attuazione dei programmi e sugli equilibri finanziari.

Nel primo caso, il rapporto tra le somme impegnate per i vari programmi e il loro utilizzo si attesta in media sopra il 60%. Supera l’80% il settore Turismo.

Relativamente agli equilibri di bilancio “permangono – ha riferito l’assessore al Bilancio, Alessandro Rocchi – quelli previsti nel bilancio di previsione per le voci in conto capitale. Le entrate correnti sono quasi tutte in linea rispetto alle previsioni, relativamente alla voce “federalismo fiscale” (ex contributi statali, ndr), infatti, si conoscerà l’importo nei primi mesi del 2013 perché dipenderà dagli introiti Imu”.

Il punto è stato approvato. Contrari entrambi i gruppi di minoranza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 277 volte, 1 oggi)