COLONNELLA – “Un comportamento infantile, pretestuoso e contraddittorio, al solo scopo di creare scompiglio”. Il sindaco di Colonnella Leandro Pollastrelli non usa mezzi termini per definire l’atteggiamento del gruppo di minoranza “Insieme per Colonnella” che lo scorso sabato ha abbandonato il Consiglio comunale perché ritenuto illegittimo.

“La minoranza – afferma il primo cittadino – ha esibito in Consiglio comunale una nota in netto contrasto rispetto a quella protocollata il giorno prima, venendo meno ad ogni forma di correttezza morale e civile verso il Consiglio e i cittadini dai quali ha avuto il mandato elettorale di rappresentanza. Purtroppo – aggiunge – va segnalato che dopo l’ennesima assenza del capogruppo Di Stanislao (la dodicesima di fila) in un Consiglio comunale dove si dovevano discutere argomenti della massima importanza, tra cui quello delle centrali a biomasse e il coinvolgimento dell’Unione dei Comuni, la minoranza si è assentata per futili e pretestuosi motivi”.

Sulle verifiche da parte degli organi preposti (Questura e Prefettura) a cui si è appellato il gruppo di minoranza per accertare la regolarità del Consiglio comunale, il primo cittadino di Colonnella si dice pronto: “Accetto volentieri la verifica degli organi competenti – prosegue – perché in una democrazia che si rispetti non si può giocare con le Istituzioni di cui il sindaco è il referente locale, e soprattutto con il mandato dei cittadini che da noi si aspettano le risposte giuste ed in tempi brevi. Chiedo pertanto alla minoranza – conclude Pollastrelli – più rispetto per i valori etici e morali e non comportamenti lesivi verso la nostra comunità, già profondamente provata ed usata a scopi personali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)