ACQUAVIVA PICENA – Si è svolto presso l’auditorium San Giacomo della Marca della Banca Picena Truentina un incontro tra i responsabili regionali di Fidimpresa Marche e i responsabili delle banche di credito cooperativo della provincia di Ascoli.

Nel corso dell’incontro sono stati analizzati i programmi di intervento sul territorio piceno al fine di contribuire a far uscire le aziende dal lungo tunnel della crisi economica. Uno degli strumenti che sono stati analizzati è “Buona Impresa” istituito dalle Bcc con lo scopo di promuovere l’imprenditorialità giovanile.

Con questa iniziativa il credito cooperativo si conferma nel proprio ruolo di partner dei giovani e del loro futuro, offrendo risposte concrete a concrete esigenze. Non solo in termini di sostegno creditizio ma di vero e proprio “accompagnamento” lungo il percorso che il giovane decide di intraprendere. Buona Impresa, infatti, mette a disposizione degli aspiranti imprenditori non solo plafond di finanziamenti agevolati ma anche e soprattutto facilitazioni in termini di servizi di tutoraggio e di consulenza.

Diverse sono le opportunità contenute in buona impresa per le imprese giovanili come la copertura delle esigenze di investimento iniziale, il leasing strumentale, la necessità di reperire risorse per la fase di consolidamento o sviluppo dell’azienda,  factoring per favorire programmi di internazionalizzazione e operare nella green economy con il finanziamento di impianti di energia rinnovabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 185 volte, 1 oggi)