SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un futuro in bicicletta. Lo pensa il Partito Democratico che per venerdì sera organizza l’incontro “In bici in sicurezza”, presso l’ex galoppatoio.

Per l’occasione verranno illustrate due proposte di legge, presentate rispettivamente al Senato della Repubblica ed in Consiglio Regionale. La prima, che vede l’adesione politicamente trasversale di molteplici senatori, è rivolta a una maggiore sicurezza sulle strade mediante il miglioramento della segnaletica per i ciclisti e la dotazione per gli autotreni di appositi segnalatori. Il disegno destinato a Palazzo Madama chiede inoltre che il 2% dei finanziamenti da parte della società autostrade venga investito per i percorsi ciclabili.

Palazzo Raffaello dovrebbe invece impegnarsi, già ad inizio 2013, alla realizzazione di una rete ciclabile che sulla costa colleghi ininterrottamente San Benedetto fino a Gabicce. Non solo: la Regione sarebbe chiamata a stanziare il 10% dei fondi destinati alle infrastrutture alle piste ciclabili, per un importo che si aggirerebbe attorno agli 800 mila euro.

Al meeting parteciperanno il consigliere regionale Paolo Perazzoli, il sindaco Giovanni Gaspari, il senatore Francesco Ferrante ed il segretario provinciale dei democrat, Antimo Di Francesco.

Credo sia fondamentale passare da una programmazione spontanea delle singole città ad una programmazione regionale”, afferma Perazzoli. L’ex primo cittadino sambenedettese nel 2000 tentò di imporre un percorso ciclabile lungo Viale De Gasperi. Il progetto fu sonoramente bocciato da residenti e negozianti: “Mi costò l’elezione al Parlamento – ironizza – probabilmente forse avevo un modo di ragionare troppo rivolto al futuro”.

Della stessa opinione Di Francesco: “Le piste ciclabili consentono di attuare una nuova maniera di concepire la viabilità, oltre a comportare un minore impatto inquinante”.

Nel corso dell’iniziativa spazio infine ad un concorso: chi si recherà all’appuntamento sulle due ruote potrà partecipare ad un’estrazione a sorte. Il vincitore si porterà a casa un’altra bicicletta, donata dalla Sorgenia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)