SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una tappa per testare la tenuta della maggioranza e, soprattutto, dell’alleanza tra Italia dei Valori e Partito Democratico. E’ tutto pronto per l’arrivo di Antonio Di Pietro a San Benedetto, dove giovedì sera incontrerà gli elettori per discutere di lavoro e di Porto. Precedentemente, il leader dell’Idv sarà a Grottammare, per dare il là alla campagna elettorale per le amministrative del 2013, nelle quali il feeling con i democrat non dovrebbe essere in discussione.

Differente, probabilmente, la condizione sambenedettese. Il sindaco Gaspari è stato ufficialmente invitato all’appuntamento, così come tutta la giunta ed i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione. Bisognerà vedere quanti di loro parteciperanno, per comprendere il livello attuale di tensione tra Pd e dipietristi.

Al meeting, previsto all’Auditorium Tebaldini a partire dalle 21, interverranno tra gli altri l’assessore regionale ai Porti, Paolo Eusebi; l’ingegner Giuseppe Fiscaletti, presidente del Consorzio Nuovo Porto ed il coordinatore regionale Idv, David Favia.

San Benedetto ha due fonti di reddito: il turismo ed il Porto”, spiega Dante Merlonghi, affiancato da Eldo Fanini e Palma Del Zompo. “Entrambe le categorie però non riescono a decollare. L’area portuale è sempre stata occasione di lavoro per molti. E’ vero che è stato approvato il Piano del Porto, tuttavia la sua attuazione prevede tempi lunghi”.

Ecco allora la volontà di agire al di là di Piani Regolatori, con progetti autonomi che diano speranze. “Intendiamo ridare vitalità ai cantieri, ma tutto è subordinato ai finanziamenti regionali e, specialmente, dell’Europa. Chiederemo a Di Pietro di impegnarsi su questo fronte, intendiamo battere dei percorsi, non limitarci alle chiacchiere”.

Per l’Idv appare pertanto necessario il dragaggio, che consenta di ampliare la profondità delle acque dai 2,30 metri almeno fino ai 3,5. “Le grandi imbarcazioni non riescono ad entrare. Per lo smaltimento delle sabbie si dovrà avviare un’analisi per decidere in quale quantità si possono riutilizzare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 856 volte, 1 oggi)