SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Presentata alla Regione Abruzzo un’interpellanza dei Verdi sulle centrali a biomasse in progetto lungo la bonifica del Tronto, e nello specifico su quella da 6 megawatt alimentata a cippato di legna in progetto a Colonnella.

“Il progetto della centrale di Colonnella – si legge nell’interpellanza di Walter Caporale indirizzata al presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano – prevede la produzione di ben 6 mega watt di energia, con un investimento di 30 milioni di euro e una ricaduta occupazionale di una decina di posti di lavoro.

Ovviamente non ci troviamo di fronte a un progetto di un piccolo impianto, non superiore a un megawatt, che può innescare un circolo virtuoso per il risparmio energetico. In questi casi infatti, come avviene in molte Regioni dell’UE, il combustibile viene reperito (conferito) dalle attività agricole e forestali del territorio in cui essi sono localizzati, in un raggio che generalmente non supera i 30-50 chilometri. Nel caso dell’impianto previsto a Colonnella – aggiunge Caporale – il quantitativo di cippato, legna e potature non è affatto reperibile nella zona. Sorge ancora una volta il timore che la proprietà della centrale, in caso di insufficiente approvvigionamento del combustibile , possa essere costretta a utilizzare combustibile proveniente da Paesi che non rispettano le direttive CEE o addirittura dalla raccolta dei rifiuti”.

Il consigliere regionale nell’interpellanza esprime dubbi per gli immancabili disagi che deriverebbero dalla costruzione dell’impianto: “Quand’anche si rispettassero rigorosamente i limiti di legge per i prodotti residui, sia in atmosfera che nel sottosuolo, non mancherebbero i disagi per la popolazione e le attività agricole: basti pensare solo all’aumento del traffico pesante”.

I Verdi chiedono quindi al presidente della Giunta regionale “di riferire sull’iter autorizzativo della centrale di Colonnella”.

Di centrali a biomasse si parlerà anche nell’ambito dell’assemblea pubblica della Consulta Interregionale “Just Mission per i beni comuni e la tutela dei diritti dei cittadini”, che si tiene lunedì 24 settembre alle 21 presso la parrocchia del Sacro Cuore (in piazza Europa) a Sant’Egidio alla Vibrata e a cui parteciperanno diverse associazioni del territorio.

Tra i punti all’ordine del giorno si discuterà anche di gas, biomasse e biogas, e si decideranno azioni condivise inerenti i progetti in essere lungo la vallata del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 458 volte, 1 oggi)