TERAMO – Firmato ieri a Southport, in Inghilterra, in occasione del Convegno internazionale  “Delivering Sustainable Coasts “, il protocollo d’intesa tra la Provincia e i Comuni della costa teramana per l’implementazione dell’Osservatorio di sostenibilità ambientale.

Dall’iniziativa della Provincia di Teramo è scaturita l’idea di presentare un progetto comunitario per la costituzione di una rete di osservatori sulla sostenibilità costiera a livello europeo.

In particolare Thorsten Kohlisch, del JTS (Joint Technical Secretariat) del programma di cooperazione Interreg IV C, nel suo intervento ha dato atto agli amministratori del Teramano del lavoro svolto e dell’impegno per integrare gli indicatori di sostenibilità negli strumenti di pianificazione urbanistica provinciale e comunale.

Il convegno di Southport ha visto la presentazione dell’Osservatorio di Sostenibilità Ambientale (O.S.A.) redatto dalla Provincia di Teramo e co-finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Interreg IV C, che tratta i temi dell’ambiente e della prevenzione dei rischi idrogeologici all’interno di un partenariato internazionale composto da Autorità locali e regionali di diversi paesi europei. “Sustain” è un progetto di 3 anni, avviato nel 2009, e parzialmente finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e affronta il tema dell’Ambiente e della Prevenzione dei Rischi e in particolare di gestione sostenibile delle zone costiere con un budget complessivo di 1,8 milioni di euro; le risorse assegnate alla Provincia sono circa 133mila euro.

Il Progetto Sustain è costituito da una serie di indicatori di sostenibilità ambientale quali: numero di abitanti, presenze turistiche, raccolta rifiuti solidi urbani, investimenti sul territorio (opere pubbliche, pulizia delle spiagge, manutenzione, viabilità, messa in sicurezza) dati urbanistici, eventi culturali e posti barca. Sulla base di questi indicatori le sette città costiere della Provincia di Teramo aderenti al progetto potranno pianificare, con una strategia di gestione integrata della zona costiera, un’attività mirata per una migliore gestione del territorio costiero al fine di perseguire uno sviluppo sostenibile con attenzione all’ambiente, all’identità culturale, alle attività turistiche e alle acque del nostro territorio.

Il sistema informativo territoriale, con tutti i dati relativi alla costa teramana (raccolta rifiuti, analisi delle acque, uso del suolo ecc.), sarà presentato il prossimo 19 ottobre a Teramo, in occasione della conferenza nazionale di chiusura del progetto Sustain.

Hanno sottoscritto l’accordo di convenzione l’assessore provinciale all’ambiente, Francesco Marconi; il sindaco di Tortoreto, Generoso Monti; il vicesindaco di Alba, Giuliano De Berardinis; e gli assessori Carlo Ciferni (Silvi), Andrea D’Ambrosio (Martinsicuro), Fabrizio Maria Fornaciari (Roseto).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 278 volte, 1 oggi)