SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Strizzare l’occhio alla tecnologia ed incrementare il dialogo con i cittadini. Questi gli scopi dei due progetti avallati dall’amministrazione comunale, per verificare se esistono i presupposti per una comunicazione alternativa con la popolazione.

Si chiamano EasyNido ed Easy Park, con la prima iniziativa che si fonda sull’approdo sui vari social network. Si parte da Facebook per sbarcare successivamente anche su Twitter. “Intendiamo creare una community che metta in contatto diretto insegnanti e genitori”, spiega l’assessore all’Innovazione, Luca Spadoni. “Lì si scambieranno informazioni ed eventuali problematiche degli asili. E’ un’applicazione che permette ai papà e alle mamme di organizzarsi”.

Va invece nell’ottica del sostegno agli automobilisti la app EasyPark, che consente di individuare il parcheggio più vicino, con una geolocalizzazione tramite telefonino che identifica in tempo reale la posizione del guidatore. I parcheggi che compariranno nei risultati verranno ordinati per distanza, dal più vicino fino al più distante.

In futuro, l’installazione di alcuni sensori specifici consentirà di fornire all’utente informazioni sullo stato di libero o occupato degli stalli. “La prima fase non prevede dei costi per il Comune, mentre per quanto concerne i sensori dovremo valutare il rapporto costi-benefici”.

Le applicazioni si possono scaricare dal sito del Comune, www.comunesbt.it, cliccando sulla pagina “Progetti e Opere”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 495 volte, 1 oggi)