FERMO – Una card scaccia-crisi per sostenere gli acquisti dei dipendenti delle imprese associate a Confindustria Fermo. Questo il progetto promosso dalla sezione piccola impresa, Confindustria Fermo in collaborazione con la Sif(Sviluppo industriale del Fermano) e presentato dal presidente di Confindustria Fermo Andrea Santori, dal Presidente della comitato Piccola Industria di Confindustria Fermo e vicepresidente del Comitato Regionale Piccola Industria Roberto Cardinali, dal Presidente della Sif e vicepresidente di Confindustria Fermo Gaetano Ascenzi .

A rappresentare la Banca dell’Adriatico, che ha sostenuto l’iniziativa, il coordinatore del Mercato Retail Marche Sud Roberto Spinucci e il direttore Filiale imprese di Civitanova Marche Andrea Pretini.

Presto le aziende che fanno parte di Confindustria Fermo potranno consegnare nelle mani dei dipendenti, “a costo zero”, la speciale tessera di “ImpresAmica” che darà diritto a particolari agevolazioni di cui potranno usufruire anche le loro famiglie.

A illustrare i contenuti alla base del progetto Roberto Cardinali: “La card ImpresAmica nasce con l’obiettivo di sostenere il reddito delle famiglie in un momento di particolare crisi economica, in cui il potere d’acquisto delle famiglie sta crollando in maniera vertiginosa per effetto degli aumenti dei prezzi. Come ribadito recentemente dal Presidente Squinzi, riteniamo che uno stimolo dei consumi interni sia il modo più immediato e diretto per far ripartire la crescita della produzione industriale. Nel nostro piccolo abbiamo pensato di creare uno strumento per innescare un circolo virtuoso in grado di coinvolgere famiglie ed imprese del territorio. Infatti le nostre aziende associate potranno offrire un benefit a “costo zero” ai propri dipendenti che incide sulle principali voci di spesa”.

“Inoltre – prosegue Cardinali – si costruirà gradualmente una rete di aziende ed esercizi commerciali socialmente responsabili del territorio, in cui saranno orientati gli acquisti. Altro dato importante da sottolineare è che la Card, a differenza degli innumerevoli sistemi di sconto oggi presenti, ha cercato di focalizzare l’attenzione su servizi rilevanti come quelli sanitari. L’obiettivo, quindi, non è solo risparmiare su elementi chiave della spesa e della vita della persona, ma anche creare una cultura della prevenzione. Abbiamo attivato, per esempio, una offerta speciale per i check-up con sconti del 40%. Inoltre stiamo cercando di focalizzarci su prodotti particolari, come quelli alimentari e quelli destinati all’infanzia e agli anziani. Anche su questo fronte abbiamo siglato convenzioni importanti che dovranno poi crescere nel tempo”.

Ma come funziona la tessera e il progetto? A parlarne  Gaetano Ascenzi, presidente della Sif (Sviluppo Industriale del Fermano) e vicepresidente di Confindustria Fermo che ne ha curato i dettagli.

“La card verrà distribuita gratuitamente a tutti i dipendenti (circa 8500) delle aziende associate a Confindustria Fermo. Deve essere personalizzata inserendo il proprio nome, cognome e azienda di appartenenza. Al momento degli acquisti presso le strutture convenzionate, sempre aggiornate sul sito www.confindustriafermo.it, andrà esibita insieme ad un documento di riconoscimento. La tessera è valida anche per acquisti fatti per conto di altri componenti della propria famiglia. Per accedere ad una serie di offerte speciali, oltre a quelle base, sarà necessario registrarsi on line nell’apposita pagina dedicata alla card del sito internet di Confindustria Fermo. Attraverso la registrazione, si otterrà il numero di tessera da trascrivere sulla propria card e periodicamente si riceveranno le comunicazioni con le offerte speciali, come ad esempio il check-up medico scontato del 40%, già disponibile. La distribuzione sarà curata da Confindustria Fermo e dal sif. Si invitano tuttavia le aziende a richiedere e a ritirare le card presso la sede dell’Associazione, al fine di rendere più veloci le operazioni. E’ l’unico impegno che si richiede all’imprenditore, visto che non ci sono altri costi da sostenere, grazie anche al contributo offerto da Banca dell’Adriatico, sponsor dell’iniziativa”

Soddisfatto dell’iniziativa concreta il presidente di Confindustria Fermo, Andrea Santori che interviene sull’argomento: “In un momento di crisi economica mondiale abbiamo voluto dare un sostegno che ha un duplice obiettivo. Il primo è quello di sostenere le famiglie dei nostri collaboratori non avendo modo, come industriali, di intervenire sugli stipendi. Ci sono state proposte come la detassazione degli straordinari o detassazione dei premi che purtroppo sono ancora in discussione. L’altro aspetto è quello che vorremo far percepire Confindustria come fosse una famiglia allargata che in caso di grave necessità si unisce per risolvere i problemi, cercando anche di portare lavoro alle aziende associate. La card offre servizi a 360 gradi grazie all’adesione delle aziende iscritte a Confindustria e non che hanno voluto partecipare all’iniziativa rinunciando ad importanti ricavi con sconti rilevanti. Per noi rappresenta anche un modo di fare marketing perchè le card saranno distribuite nelle aziende iscritte e quindi chi vorrà chi vorrà usufruirne dovrà controllare che la propria azienda faccia parte di Confindustria”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 273 volte, 1 oggi)