SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Poche parole da aggiungere (ieri avevamo dato notizia con un piccolo ma significativo reportage fotografico). Di seguito riportiamo due comunicazioni inviate dal presidente dell’Assoalbergatori Riviera delle Palme Gaetano Sorge agli uffici comunali e divulgate alla stampa.

 

MARTEDI’ 18 SETTEMBRE

Una stagione iniziata male, continuata peggio e finita in modo indecoroso.

Le piogge di venerdì 14 hanno depositato su alcuni tratti della nostra spiaggia vere montagne di detriti trasportati dai fossi.

I bagnini, volenterosi ma armati solo di pale e rastrelli, hanno con fatica edificato i soliti cumuli di detriti nella speranza – vana – che qualcuno venisse a portarli via.

Oggi, martedì 18 settembre, la nostra spiaggia è ancora devastata e sembra colpita da uno tsunami.

Agli ultimi turisti, soprattutto stranieri che ancora vorrebbero godersi le ultime belle giornate, diamo un’immagine di città sciatta ed indolente.

Supplico qualche amministratore di buona volontà di farsi carico della situazione e cercare di salvare questi ultimi giorni di vacanza .

Pres. AssAlb. Gaetano Sorge, agli amministratori cittadini,  il 18\9\2012.

Mercoledì 19 settembre.

Al mio accorato appello di ieri nessuno ha risposto.

I cumuli di detriti, sempre più maleodoranti, sono sempre in spiaggia ed i pochi ardimentosi  bagnanti che vorrebbero avventurarsi verso il mare vengono aggrediti da sciami di insetti.

A chi viene in vacanza dovremmo garantire fino all’ultimo giorno la possibilità di godere della spiaggia e del mare.

Non è così che si può pensare di allungare la stagione turistica.

Non è questa l’immagine che vogliamo dare della nostra città.

Soprattutto non è questa la città che vogliamo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.002 volte, 1 oggi)