SAN CESAREO – Grande delusione in casa rossoblu. Due punti persi a tempo scaduto, da aggiungere alle espulsioni di Palladini, Forgione e Napolano. Davanti la squadra si rivela ancora deficitaria, ma una ritrovata solidità difensiva le permette di reggere fino al (meritato, viste le tante occasioni nel secondo tempo) vantaggio. La squadra non sbalordisce, ma fa quanto basta per vincere. Purtroppo, vuoi per le occasioni sciupate da Carpani e Napolano, vuoi per l’uomo in meno, non basta.

Barbetta 6,5. Gran parte della partita la vive da spettatore. Al 13′ fa un grande intervento su De Rosa. Sempre più deciso (anche in uscita), dà sicurezza all’intero reparto.

Disanto 6,5. All’esordio stagionale, per di più in un ruolo che ha già “bruciato” due suoi coetanei, si dimostra all’altezza del compito. In avanti non si vede quasi mai, ma dietro é preciso e attento. “Mala tempora currunt”: al momento basta e avanza.

Marini 6. I pericoli maggiori vengono dalle fasce. Al centro lui e Aquino si limitano ad annullare Tajarol. Missione riuscita.

Aquino 6,5. Spalleggia Marini con sicurezza e presenza. Sorprende il suo immediato inserimento negli schemi dei rossoblù. Esce per crampi. (Ianni 6,5. Entra in un momento complicato per i suoi. Si cala subito nella partita, facendo bene. Grande intervento sul tiro di Tajarola)

Tracchia 5,5. Nel primo tempo gestisce bene, ma nella ripresa cala troppo. Soffre più del dovuto l’intraprendenza di Delgado. Ha bisogno di tempo.

Scartozzi 6. Non sbaglia nulla, ma non riesce ancora ad essere decisivo. In mezzo al campo fa molto lavoro oscuro, ma in fase di costruzione si vede poco.

Traini 6. Non é in forma, e si vede. Tuttavia riesce a dare il suo contributo, sia in copertura che in avanti. (Guglielmi 6. Ha poco tempo per mettersi in mostra, ma ci mette tanta voglia e tantissima corsa)

Carpani 6. Parte bene, con buoni inserimenti e tanta sostanza in mezzo al campo. Cala col passare dei minuti, ma non demerita.

Santoni 6,5. É uno dei pochi che riesce a inventare qualcosa. Molte delle occasioni del primo tempo passano da lui. Aiuta molto i suoi in copertura e (infatti) esce stremato. (Forgione 6,5. Entra e tesse grandi trame di gioco fino ad arrivare al gol, una prodezza tanto importante quanto bella. Penelope calcistica, disfa tutto pochi minuti dopo lasciando la squadra in dieci)

Napolano 6. Va a intermittenza ma, quando riceve palla, succede sempre qualcosa. A metà ripresa, sull’assist di Forgione, fallisce una grande occasione. Espulso nel finale.

Pazzi 5,5. Difficile giudicare la sua gara. Riceve, in tutta la partita, due palloni giocabili. Non ha fortuna, e si vede soprattutto sull’occasione nel secondo tempo. Per il resto non si vede mai.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 839 volte, 1 oggi)