SAN BENEDETTO – Lo Iom di Ascoli, da anni impegnato nell’assistenza ai malati oncologici, ha lanciato una campagna informativa per la prevenzione dei tumori femminili. C’è molta necessità di attirare l’attenzione del grande pubblico su una tematica così importante, per questo l‘associazione ascolana ha organizzato in questo mese numerose attività: manichini di donna con un reggiseno rosa disseminati in alcuni centri commerciali del piceno (Al Battente e La Fontana), manifesti affissi nelle principali vie delle nostre città, materiale informativo in distribuzione negli esercizi commerciali; un orologio in piazza Arringo che scandisce il count-down per l’evento conclusivo dei giorni 15 e 16 settembre a San Benedetto (lungomare).

Qui sabato 15 (dalle 17.00), a piazza Giorgini, verranno allestite postazioni mediche dove alcuni dottori dell’Asur 5 saranno a disposizione per dare informazioni sulla prevenzione oncologica, per visitare i partecipanti e fare loro ecografie gratuite. Le visite e gli esami ecografici saranno fatti sul camper messo a disposizione dalla provincia di Teramo e in una postazione mobile della Croce Verde di San Benedetto.

Sempre sul lungomare domenica 16 (alle 10.00) partirà una passeggiata dalla rotonda di Porto d’Ascoli a piazza Giorgini. Le pre-iscrizioni all’evento sportivo si possono già fare contattando lo Iom; saranno possibili anche dalle 8.00 di domenica fino a poco prima dell’inizio della manifestazione.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare il grande pubblico alla prevenzione dei tumori femminili creando al contempo una occasione di svago e di socializzazione.

Durante la giornata di domenica: verranno offerte merende a base di prodotti biologici e formaggi, saranno regalati gadget dell’evento (maglietta e shopper in stoffa con il logo di “Traguardo prevenzione”); si continueranno a fare visite mediche gratuite. Per partecipare alla passeggiata si richiede una iscrizione con un piccolo contributo di 10 euro che servirà a finanziare il materiale distribuito.

La giornata avrà anche una madrina d’eccezione la giornalista Barbara Capponi.

La realizzazione dell’articolato progetto è stata possibile grazie alla generosità degli sponsor e al lavoro fatto da INSIEME@WORK e da un gruppo di studenti dell’università di Ascoli che hanno sviluppato e ideato la comunicazione, sotto la guida dell’architetto Anna Laura Petrucci.

Una menzione particolare va fatta: al gruppo Gabrielli che, oltre al contributo economico, ha messo a disposizione le strutture dei suoi centri commerciali per ospitare il materiale informativo; a Sabelli che oltre ad aver realizzato sia le magliette che le shopper ha anche offerto i formaggi che saranno donati durante l’evento; a Benessere italiano B.I. Fantasia che ha contribuito con i prodotti biologici (frutta e verdura) a kilometro zero, anche questi in distribuzione domenica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)