MARTINSICURO – E’ allerta per il torrente Vibrata, arrivato al livello di guardia. Il maltempo ha dato qualche ora di tregua in cui è stato possibile ripristinare la viabilità in molti punti, ma nelle prossime ore sono previste nuove precipitazioni in serata, nella notte, con qualche miglioramento solo a partire dalla tarda mattinata di sabato. A Martinsicuro sono stati riaperti tutti  i sottopassi, ad eccezione di quello di via Roma e di via Bolzano, che restano chiusi al traffico.

Nel pomeriggio riaperte numerose strade provinciali; chilometri di fango sulle carreggiate.

Chiusi per precauzione fino a domani i due ponti sul Vomano: a Fontanelle e a Castelnuovo lungo la 553 mentre sono state riaperte molte provinciali dove, comunque, occorre transitare con attenzione a causa dei depositi di fango sulle carreggiate.

Rimangono chiuse la 1/F tratto Torano-Tronto invasa da chilometri di fango e terra e la provinciale 10 all’altezza di Villa Maggi.

“Continuano a rimanere sotto osservazioni i corsi fluviali ma, al momento, la situazione critica sembra essere solo quella che si registra sul Vomano le cui acque sono ingrossate anche a causa dei rilasci dell’Enel che deve abbassare il livello della diga di Piaganini – dichiara l’assessore provinciale alla viabilità Elicio Romandini che da questa mattina è in giro sul territorio con le squadre dei tecnici e degli operai – naturalmente non mancano i disagi sia a Pineto che in molte altre cittadine, soprattutto della costa, dove si registrano numerosi episodi di allagamento. Per quanto ci riguarda continueremo a lavorare per togliere il fango dalle strade ma continuo a raccomandare  molta prudenza perché non riusciamo a garantire una adeguata apposizione della segnaletica di sicurezza. Il Calvano ha tenuto anche se la zona di Borgo Santa Maria è una di quelle che ha avuto più problemi. L’ordinanza riguardante i due  ponti sul Vomano prevede che rimangano chiusi fino a domani pomeriggio ma continuremo a monitorare il fiume tutta la notte e se sarà possibile ne riapriremo almeno uno per garantire il collegamento fra le due sponde”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.330 volte, 1 oggi)