per le foto e i video clicca sulle icone a destra

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fortissima la perturbazione che ha colpito il Piceno tutto a partire dalla sera di giovedì 13 settembre, per poi far riprendere con violenza le precipitazioni nella mattina, senza sosta. Al momento in cui scriviamo (8:30) la pioggia cade sferzante e abbondante.

Con la ripresa delle scuole il traffico cittadino ne sta risentendo pesantemente, e in molte zone, purtroppo, siamo alle solite: strade e piazze allagate.

Nella notte il sistema fognario ha tenuto (ad eccezione sembra, ancora una volta, della zona di Las Vegas con l’acqua che entrava dentro il RistoPizza di Stefano Nico, posto sotto il livello della strada), ma questa mattina le cose purtroppo tornano alla loro norma.

Cristiana B. si sfoga sulla bacheca Facebook del sindaco Gaspari: “Come porto il bambino a scuola? Avete una canoa da prestarmi? Tra l’altro il pulmino o è passato parecchio in anticipo o non è passato affatto! Ahhhhh dimenticavo è sempre via Monte Conero”. Al che un’altra mamma, Barbara S., aggiunge: “Non se ne può più … Ci dobbiamo comprare la barca no la macchina. Ma sto sindaco vorrà fare qualcosa o no?”.

SABATO, Ore 00.20 In Riviera ricomincia a piovere con intensità.

Ore 17:35  Il Sindaco di Montefiore dell’Aso Achille Castelli fa un resoconto sulla situazione maltempo nel proprio comune “Contiamo di riaprire entro sera tutte le strade comunali interrotte a causa di frane e smottamenti. Abbiamo attivato un Centro operativo comunale per coordinare gli interventi di soccorso. Grazie alla collaborazione della Provincia stiamo monitorando il torrente Menocchia che presenta piccole esondazioni in più punti. Attualmente la strada provinciale è chiusa.”

Ore 17.05 Tra le tante disavventure provocate dalla pioggia, un nostro lettore ci ha comunicato che un treno regionale, di quelli nuovi ed elettrici, proveniente da Ancona, in cui viaggiava, si è fermato intorno alle 14, a pochi chilometri dalla stazione di San Benedetto. Sembrerebbe che le  persone presenti nei vagoni, una cinquantina,  stanche di attendere che il treno ripartisse, abbiano forzato la porta per scendere sui binari.

Ore 16.35  Campi di ortaggi allagati, pali delle vigne trascinati via, strade franate. E’ il primo bilancio del nubifragio che ha colpito la zona, secondo un monitoraggio della Coldiretti provinciale. A Centobuchi di Monteprandone l’acqua ha letteralmente ricoperto le coltivazioni di pomodori per la passata, zucchine, peperoni e altri ortaggi invernali nell’azienda Cappella. Ma l’acqua darà problemi anche alle colture ancora in fase di crescita e passeranno almeno quattro cinque giorni prima di riuscire a tornare sui campi. A Massignano pioggia e terra hanno travolto e trascinato via i paletti di un vigneto che era stato appena realizzato nell’azienda Ricci. Frane e smottamenti hanno colpito anche strade interpoderali e terreni collinari. 

Ore 16.30 Ripatransone. Nella mattinata è franata parte della strada che porta al Teatro delle Fonti. Colpita e danneggiata la carrozzeria di una macchina che per l’urto, nonostante il freno a mano è stata spostata di diversi metri.

Ore 16 Ha smesso si piovere

Ore 15.50 Secondo le ultime previsioni per le ore 17 il vento è  previsto in leggero calo, 22 nodi, mentre dalle  20 si arriverebbe  a 11 nodi. Ciò dovrebbe favorire l’arretramento della mareggiata.

Ore 15.35 Il tema allagamenti finirà in Consiglio Comunale, il prossimo 21 settembre. All’ultimo punto all’ordine del giorno “sarà prevista una informativa del sindaco sui danni alluvionali e sulle azioni messe in campo per fronteggiare le sempre più frequenti emergenze sul territorio”, comunica il Presidente dell’Assise, Marco Calvaresi.

Ore 15.31 Il sindaco Gaspari ha firmato un’ordinanza che impone all’Istituto Tecnico Commerciale Capriotti la chiusura nella giornata di sabato 15 settembre. Il primo piano della struttura infatti risulta allagato.  Scrive il primo cittadino: “Le persistenti avverse condizioni meteo, caratterizzate da copiose piogge, non rendono agevole l’immediato ripristino delle adeguate condizioni di agibilità e sicurezza per gli studenti e gli operatori scolastici”. Per quanto riguarda la giornata di lunedì, ulteriori decisioni saranno eventualmente adottate in base all’evoluzione delle condizioni meteo: gli aggiornamenti saranno comunque tempestivamente pubblicati sul sito del Comune, www.comunesbt.it e sui profili di Twitter e Facebook.

Ore 15.20 Gaspari critico nei confronti dell’Enel su Twitter: “In questa Italia dai 1000 problemi e infinite contraddizioni, é piu semplice parlare con il presidente della Repubblica che con l’Enel”.

Ore 15:16 Aggiornamento da OffidaIl sindaco Valerio Lucciarini scrive su facebook: “Passata la perturbazione, (speriamo il prima possibile) è prioritaria la convocazione di un incontro con i frontisti delle strade comunali perché non è possibile che ci si adoperi continuamente in interventi di manutenzione che si scoprono poi vanificati, dopo ogni precipitazione, a causa di una mala gestione da parte dei privati. Le strade comunali sono patrimonio pubblico di tutti i cittadini e non solo di chi ne è confinante. Più attenzione al patrimonio di tutti!”

Ore 14:00 A Cupra Marittima dopo i problemi causati in mattinata da una nuova esondazione della foce Fosso Sant’Egidio e dei piccoli torrenti d’acqua che attraversano il paese (zona pista ciclabile in direzione sud gli accessi alle spiagge sono invalicabili per via di acqua e fango), informiamo che in ben due strade sono avvenute delle frane: in direzione la “castelletta” – contrada Sant’Andrea e la strada principale che porta al Castello di Sant’Andrea. I mezzi dei vigili del fuoco stanno provvedendo al ripristino della viabilità.

  le foto te le ho girate prima

ORE 13:40 Come non detto, un forte scroscio fa capire che Medea non se ne vuole andare.

ORE 13 Continua a piovere con intensità anche se forse con meno forza di qualche ora fa.

ORE 13 Presto video di una mareggiata che forse, nel periodo estivo, ha ben pochi precedenti. Il mare è avanzato in poche ore di qualche decina di metri

Ore 12:40 E’ in corso una mareggiata impetuosa di portata storica. I sottopassi di via Vola e via Virgilio risultano transitabili, mentre via Volta è allagata. Problemi di circolazione si riscontrano sul lungomare.

ORE 11 Situazione davvero davvero difficile e preoccupante, piove a secchiate violente con vento ora che tira impetuoso da mare. Appello del sindaco Gaspari: “Chiedo collaborazione, utilizzare al minino l’aiuto, Tronto nella norma, Ragnola preoccupa, caduto un tiglio via Pasubio”

ORE 11 Diventa difficile per ora proseguire la diretta perché tutte le zone di San Benedetto, ma molte anche a Grottammare e Martinsicuro, sono pesantemente colpite dalle precipitazioni e spesso sommerse anche da 30 centimetri d’acqua. La pioggia cade sempre con violenza e le previsioni sono ancora pessime. Non uscire di casa se non in caso di estrema necessità

ORE 10:46 Grande movimento di fronte alla scuola Altfortville dove sono presenti anche i Vigili del Fuoco e molti genitori sono accorsi per riprendere i bambini. Abbiamo parlato con la cooperativa Koinema che si trova nelle immediate vicinanze, che ci ha confermato quanto descritto: “Il Fosso collettore è tracimato, la Statale è allagata. Nel parcheggio vicino c’è acqua e fango puzzolente, così come nella strada”.

ORE 10:30 Evacuata la scuola Altforville, nel quartiere Agraria. Linee intasate sia nella scuola che ai Vigili del Fuoco, ce lo confermano gli uffici comunali. Il fosso Collettore, che passa vicino alla scuola, è esondato e le strade sono invase dal fango. Si stanno chiamando i genitori chiedendo di prendere i bambini.

ORE 10:10 FAZZINI SCRIVE A GASPARI Il meteorologo consulente dell’Amministrazione comunale: “Del maltempo in arrivo ho parlato con il Sig. Sindaco, poi…. so che la mia iniziativa nn risolverà il problema ma ho recentemente parlato con la comunità scientifica internazionale dei reiterati fenomeni particolarmente intensi che si sono verificati nella nostra citta a partire da fine febbraio. Bene scriveremo con i colleghi della Sorbona un articolo di assoluto livello internazionale nel quale si evidenzieranno le peculiarità di tali fenomeni, in relazione all’oramai accertato climatic change”

ORE 10:05 Situazione sempre più difficile a causa della pioggia che cade incessantemente e sempre fortissimo. Problemi anche a Grottammare.

ORE 10 Allerta meteo massima tra Marche e Abruzzo dove in questa giornata staziona il centro della bassa pressione soprannominata “Medea”.

ORE 10 Anche in zona porto la situazione è compromessa, come in molte zone di San Benedetto. Vigili del Fuoco probabilmente in azione in diversi luoghi.
ORE 10 “Qui all’Agraria è già tutto allagato”, ci scrivono.

ORE 9:30 Ecco qui, immancabile l’acqua in via Calatafimi, con allagamenti e transenne.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 37.305 volte, 1 oggi)