Porto d’Ascoli-Centoprandonese 4-1

PORTO D’ASCOLI: Capriotti D, Capretti, Mannocchi (89’ Valori), Angelini, Grossetti, Oddi, Di Girolamo (72’ Pelliccioni), Troiani (76’ Belardinelli), Leopardi, Di Lorenzo, Cipolloni.

A disposizione: Piunti, Mercatili, Malizia, De Florio. Allenatore: Filippini

CENTOPRANDONESE: Pacioni, Alessandrini (57’ Capriotti A), Pica, Testa D (68’ Mattioli), Gabrielli, De Santis, Celi, Menzietti, Cavazzini, Vannicola, Neroni.

A disposizione: Panparini, Pallottini, Faini, Lulù, Testa C. Allenatore: Capecci.

ARBITRO: Vespertilli di Macerata.

MARCATORI: 34’ Angelini, 36’ – 79’ Leopardi, 67’ Di Lorenzo, 84’ Cavazzini (C).

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pubblico delle migliori occasioni al “Ciarrocchi”per la prima di campionato. E il Porto d’Ascoli non tradisce le attese: quattro fragorose perle alla Centoprandonese.
Nel corso del primo tempo i ragazzi di mister Filippini chiudono gli avversari nella loro metà campo passando due volte in vantaggio.

Sono gli ospiti a scaldare i motori al 3’ con Celi che serve Vannicola il quale taglia per Neroni, tiro angolato ma Capriotti blocca a terra.

Al 10’ cross dal fondo di Mannocchi , testa di Troiani che di testa non prende bene la mira mandando a lato. Ancora l9’ un tocco di Di Girolamo che Pacioni salva in angolo con il piede. Scocca il 24’ quando Mannocchi dalla bandierina fa partire un traversone respinto, giunge Cipolloni ma la sfera è out.

E’ il 34’ quando il Porto d’Ascoli passa in vantaggio: finte di Di Lorenzo sulla linea di fondo il quale pennella un assist che Angelini con il suo piede fatato mette in rete.

Trascorrono solo due minuti e c’è il raddoppio: Di Girolamo serve Troiani che tocca per Leopardi, un missile che abbatte la saracinesca di Pacioni. Allo scadere Cavazzini prova su punizione, la sfera è alta sopra la traversa.

Nella ripresa la Centoprandonese prova a raddrizzare la partita senza esito. Al 66’ Di Lorenzo su punizione manda a lato ma non sbaglia al 67’ quando fiuta il tris in diagonale che trafigge Pacioni.

Al 79’ arriva il poker: dalla sinistra punizione magistrale di Leopardi che si insacca sul primo palo. Inutile il gol della bandiera dell’ex Cavazzini su calcio piazzato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 717 volte, 1 oggi)