SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Far capire agli avversari, sin dai primi minuti di gara, che al Riviera delle Palme non si scherza.  Lo ha sostenuto Henry Shiba in vista della seconda giornata di campionato che vedrà i padroni di casa rossoblu sfidare la neo promossa Amiterniana.

“Chi viene a San Benedetto è abituato a dare il 110% – commenta l’attaccante – Noi dobbiamo essere in grado di garantire sempre qualcosa in più. Per partire bene sarà necessario indirizzare la partita su binari favorevoli”. Autore di un imperioso colpo di testa che ha portato in vantaggio la squadra contro il San Nicolò, Shiba sembra avere chiare le idee: “Il mio obiettivo è quello di pensare di partita in partita. La doppia cifra non mi interessa perché ciò che conta è vincere. Pronostici sul campionato? Sono scaramantico, attenderò il mese di maggio per tirare le somme”.

Non si sbilancia l’ex del Ravenna ma piuttosto ribadisce il suo attaccamento alla maglia che attualmente indossa: “Ai tempi della Samb di Gaucci facevo il raccattapalle al Riviera delle Palme e già da allora sognavo di vestire i colori rossoblu. Erano due anni che tentavo di arrivare qui e finalmente ci sono riuscito. E’ sempre bello giocare nella mia città”.

Nel frattempo mister Palladini mischia le carte in campo tentando, in occasione della prossima gara, due soluzioni. Mantiene il 4-2-3-1 sostituendo Tracchia con l’esterno sinistro Vavalà e inserendo Napolano al posto di Guglielmi. Il fantasista di Terracina ha scontato il turno di squalifica assieme a Puglia e torna in gran forma. Qualora il tecnico decidesse di impiegarlo sin dal primo minuto, andrà a sostegno di Shiba e Santoni a ridosso di Pazzi.

Mercato: tutto può ancora succedere. Nella giornata di giovedì 6 settembre, Spadoni e Cimmino hanno incontrato il difensore centrale Giuseppe Aquino,  ex Aprilia. Una trattativa non molto facile le cui sorti si conosceranno soltanto all’inizio della prossima settimana.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 904 volte, 1 oggi)