SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una mostra per ricordare William Pasqualetti, uomo di scuola e artista, verrà allestita alla Palazzina azzurra e inaugurata sabato 8 settembre alle ore 18. L’artista, nato nel 1922 ad Offida e scomparso nel 1997, era conosciuto in città come docente di Lettere e come preside di diverse scuole della provincia di Ascoli Piceno. Alla professione ha sempre unito fin da giovanissimo la passione per la pittura, oli in particolare. I soggetti erano diversi e mutevoli: marine, paesaggi, nature morte.

L’estrema facilità nell’uso del disegno e del colore ha prodotto una serie di opere di varia dimensione che illustrano in qualche modo le tendenze dell’epoca (1950/1990) e il gusto particolare dell’immagine più spesso idealizzata che concreta. Ma quando il realismo si impone per un’urgenza interiore, Pasqualetti sa rappresentare la tragedia del mare sulla stregua dei suoi predecessori “pittori del mare”.

Scrive su Pasqualetti il nostro concittadino Edoardo Vecchiola, artista e professore di Lingue: “L’abilità del disegno e l’uso sapiente del colore consentono a Pasqualetti di attraversare agevolmente stili e percorsi diversi: da una pittura sintetica, essenziale, di matrice espressionista, che non indulge al particolare ad una stesura analitica con accurati e graduali passaggi di chiaroscuro ed ombreggiature. Le sue tele raccontano con efficacia e con vigore cromatico le emozioni e le sensazioni di una vita perigliosa, scandita inesorabilmente dal ritmo di una natura avversa”. William Pasqualetti era fratello del famoso latinista Olindo e del notissimo preside Tito.

La mostra terminerà il 19 settembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)