ALBA ADRIATICA – Venticinque extracomunitari ammassati in 7 appartamenti di Alba Adriatica. Il blitz dei carabinieri del locale Comando e degli agenti della Polizia Municipale è scattato questa mattina all’alba e ha interessato tre immobili in via Garibaldi, dove gli stranieri (nordafricani e bengalesi) vivevano in condizioni igienico-sanitarie indicibili. Una delle palazzine, addirittura, è un vecchio edificio abbandonato in cui, dopo aver forzato la porta d’ingresso, 8 stranieri si erano stabiliti vivendo senza elettricità ed acqua, in condizioni precarie, tra sporcizia e odori nauseabondi. Delle 25 persone controllate, 4 sono risultate non in regola con il permesso di soggiorno e, dunque, accompagnate in Questura per l’espulsione dal territorio italiano, mentre due sono stati denunciati poiché inottemperanti ad un precedente decreto di espulsione emesso nei loro confronti.

Per quanto riguarda l’immobile disabitato, il proprietario è stato invitato a murare porte e finestre dell’abitazione per evitare che episodi simili possano ripetersi in futuro, mentre per i proprietari degli altri appartamenti sono in atto verifiche con l’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda la regolarità dei contratti di affitto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)