GROTTAMMARE – “La sapienza è figlia dell’esperienza”, diceva l’inventore Leonardo Da Vinci. E’ senza dubbio un vero e proprio erudito del calcio il nuovo ingaggio del Grottammare Calcio, Simone Schicchi. Atleta che di esperienza ne ha eccome, come possiede in qualità industriale tecnica, tenacia, destrezza e inventiva di gioco.

Nato a Parma, classe ’78 e di ruolo difensore centrale, Schicchi è ampio conoscitore del mondo del pallone, e in particolar modo dei suoi contesti professionisti avendo militato nella sua lunga carriera in C1 con l’Ascoli, in C2 con Maceratese, Cavese e in Serie D con Campobello e Santegidiese. Sono solo alcune delle compagini che hanno potuto usufruire dell’enorme talento e potenziale di questo ragazzo, che prima di approdare al Pirani ha giocato nell’Atletico Truentina e nell’Orvietana.

“Con Schicchi andiamo a completare al meglio il reparto difensivo – dice il Direttore Sportivo Pino Aniello – è un ingaggio importante in quanto adesso il Grottammare è a tutti gli effetti una squadra integra. Ci fa piacere che Simone ha deciso di firmare per noi, sono bastati pochi giorni di allenamento presso le nostre strutture per capire che era l’uomo giusto per la nostra causa”.

Si spera che l’avventura al Pirani sia portatrice di tante gioie e soddisfazioni per questo giovane calciatore, che ha recentemente perso la madre, compagna di vita dell’attuale allenatore dei giovanissimi della Sambenedettese Raffaele Schicchi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 841 volte, 1 oggi)