MARTINSICURO – Decine di extracomunitari bivaccano sulla spiaggia di Villa Rosa sud ormai da mesi, sistemati alla meno peggio sull’arenile dove, tra le tante barche spiaggiate, dormono, mangiano, fanno i propri bisogni. Solo a qualche decina di metri, per strada, diverse prostitute adescano i clienti.

Villa Rosa sud sprofonda nel degrado: una zona a vocazione essenzialmente turistica ha offerto nei mesi estivi la propria immagine peggiore, tra stranieri che dormono sulla spiaggia e prestazioni sessuali contrattate sul lungomare. Una situazione che è ormai nota da tempo e che i consiglieri di minoranza del Partito Democratico, Simona Antonini e Andrea Buonaspeme, hanno voluto approfondire di persona recandosi, insieme all’associazione On the Road, a parlare con alcuni extracomunitari e prostitute che stazionano stabilmente nella zona, nei pressi del campeggio Delle Rose.

“Sulla spiaggia dormono principalmente nordafricani e rom – afferma la Antonini – e parlando con loro è emerso che si tratta di persone in difficoltà che non hanno un posto dove andare, pertanto si adattano a dormire all’aperto”. Una situazione che ha accentuato il degrado nella zona, con l’area del rimessaggio barche invasa da rifiuti, materassi, escrementi.

Ma oltre al degrado che si registra nella zona del lungomare sud di Villa Rosa, l’esponente del Pd denuncia anche una situazione di pericolo nei pressi del cimitero di Villa Rosa, meta di numerosi tossicodipendenti alla ricerca di un posto tranquillo dove consumare la dose di droga.

“Da una ricognizione sul posto – prosegue – abbiamo avuto modo di osservare una strada piena di siringhe e di rifiuti. E’ davvero difficile pensare che una persona da sola possa andare al cimitero per salutare un suo caro, considerato che la sensazione che arriva è di pericolo, paura di essere derubati o aggrediti. Martinsicuro è un Comune dove è presente un grande disagio sociale, culturale ed abitativo, ma la situazione sta nettamente peggiorando. E’ necessario affrontare questi problemi prima che sia troppo tardi e fare progetti mirati attraverso un lavoro di rete che coinvolga anche la Asl, Ser.T e il volontariato”.

La consigliera del Pd infine, denuncia anche lo stato di incuria in cui versano alcune aree verdi di Villa Rosa, con l’erba incolta e giochi in stato di abbandono, dislocate tra la zona 167, piazza Anna Magnani nei pressi dell’asilo nido, la zona del cimitero, la scuola media.

“Quando Città Attiva era all’opposizione – conclude Simona Antonini – non perdeva occasione di ricordare alla vecchia amministrazione di impegnarsi di più per la manutenzione del territorio. Ora che hanno vinto le elezioni ed hanno la possibilità di mettere in pratica quanto precedentemente detto, forse non è più così? Chiediamo all’ufficio tecnico-manutenzione e territorio di provvedere attraverso un  un intervento urgente alla risoluzione dei problemi segnalati”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 884 volte, 1 oggi)