MARTINSICURO – Prima cerca di fuggire durante un controllo stradale poi, una volta raggiunto e bloccato, picchia con calci e pugni i poliziotti. E’ accaduto a Martinsicuro dove una pattuglia della Polizia Stradale di Teramo, sabato scorso, nell’ambito dei servizi rafforzati di vigilanza stradale per la stagione estiva, ha fermato un ciclomotore e controllato il conducente. Durante la verifica dei documenti, Osaroba Igbineweka, nigeriano di 26 anni residente a Ferrara, senza alcun motivo, ha iniziato a proferire con veemenza frasi incomprensibili in lingua straniera nei confronti degli agenti che, a fatica, cercavano di calmarlo e accertavano che era in possesso del solo permesso di soggiorno.  Durante la contestazione delle infrazioni rilevate, l’extracomunitario ha proseguito ancora nei violenti atteggiamenti contro gli agenti: dopo aver lanciato il proprio casco in terra, ha tentato di darsi alla fuga nelle vie limitrofe, nell’intento di far perdere le proprie tracce. Immediatamente inseguito, è stato però  rintracciato e bloccato. Durante la successiva perquisizione personale, l’uomo ha continuato nel comportamento violento, colpendo gli agenti più volte con pugni e calci al fine di divincolarsi e scappare. Accompagnato in Questura, è stato tratto in arresto per il reato di violenza e lesioni finalizzate alla resistenza a Pubblico Ufficiale.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 680 volte, 1 oggi)