CUPRA MARITTIMA – Al giornalista e scrittore Giorgio Calcagno (Almese 9 settembre 1929), scomparto il 26 agosto del 2004, sarà dedicato il belvedere del Paese Alto di Cupra Marittima. La cerimonia si terrà domenica 26 agosto, alle ore 18.30 in occasione dell’anniversario della sua scomparsa.

Sarà l’attore Piergiorgio Cinì a leggere e interpretare i testi del quaderno d’arte di Giorgio “Cinque Poesie”, edito dall’associazione culturale La Luna, con l’illustrazione di un’opera di Alfredo Bartolomei.

Chi era Giorgio Calcagno?

Ecco cosa racconta la moglie Graziella Ricci Calcagno pensando al suo compagno di vita: “Per molti era il marito della figlia della maestra Ricci, per altri era quello che saliva in bicicletta al Paese Alto senza alzarsi sui pedali, per i lettori de La Stampa (diventò redattore della testata nel 1962) era un fine giornalista e per gli amici una persona di grande cultura e disponibilità. Amava Cupra Marittima, qui sono nati articoli, racconti e poesie, da qui partivano notizie inedite di tesori artistici che scopriva nelle lunghe gite in bicicletta su e giù per le Marche. Venne a Cupra per la prima volta nel 1955 e da allora tornò ogni anno, in estate, a passarvi le vacanze con la mia famiglia, poi con i nostri figli, e infine con i nostri nipoti. Credo che a tutti abbia trasmesso il suo amore per questa cittadina sul mare che è stata l’ultima meta della sua vita e che ora intende onorarlo intitolando a lui uno dei suoi luoghi più affascinanti, il Belvedere del Paese Alto nell’anniversario della sua morte. Al Comune di Cupra, al Sindaco e a tutti i cari amici dai quali è partita la proposta, la mia più profonda e commossa gratitudine”.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 297 volte, 1 oggi)