SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si verifica una coesistenza ancestrale tra San Benedetto Del Tronto e alcuni locali che ne hanno vissuto la storia oppure, come nel caso di Sciarra, che hanno contributo a farla. La contemporaneità della nascita, il succedersi delle evoluzioni o involuzioni spalmato nello spazio-tempo del contesto cittadino, il trascinarsi degli eventi che mutano la città, i suoi cittadini e relativi volti, i suoi luoghi, l’espressione sociale, le essenze delle strade, le sfumature dei colori dei posti.

Centocinquanta anni vissuti simmetricamente con la Riviera Delle Palme e Mamma Italia. Se San Benedetto fosse un corpo umano, Sciarra ne sarebbe il cuore pulsante. Nel 1861 Garibaldi diede il via all’Unità D’Italia, un anno dopo Giuseppe Sciarra inaugurò il suo Caffè in Via Dell’Ancoraggio, l’attuale “Corso” della cittadina rivierasca. Da allora decenni fatti di storia e cultura caratterizzanti una dei luoghi portuali più affascinanti della Penisola.

“Dall’imbocco della via fino al mare all’epoca si vedevano le barche – dice Maria Baldini, della compagnia teatrale Ribalta Picena – v’erano osterie, botteghe e spacci. Parlare di un Bar Caffè allora era inusuale, essendo la stessa una bevanda da signori e intellettuali in antitesi con quello che era l’ambiente civile del tempo”.

L’intuito e il coraggio imprenditoriale di Giuseppe Sciarra, che comprò lo stabile e sotto costruì quel accogliente locale che tutti oggi conosciamo. Il festeggiato compie 150 anni, e va solennizzato a dovere.

Mercoledì 22 agosto, alle ore 21.30, presso l’area esterna al bar, ci sarà una festa di compleanno di tutto rispetto. A cura di Cinzia Carboni, con l’ausilio e il supporto di Ribalta Picena e dell’associazione I Luoghi Della Scrittura, verrà presentato uno spettacolo che connubierà letteratura, recitazione e rimembranze.

“Ci sarà un maxi-schermo che proietterà immagini e video d’epoca – anticipa Giancarlo Brandimarti di Ribalta Picena – poi uno show teatrale, sonetti in omaggio a Bice Piacentini e altro ancora. Il tutto visto dal ottica di questo caffè, che si trova al centro del centro di San Benedetto. In questo luogo dove sono passati personaggi memorabili cha hanno fatto la storia economica e sociale di questa città”.

“Le città portano le stigmate del passare del tempo, occasionalmente le promesse delle epoche future”, diceva lo scrittore francese Marguerite Yourcenar. Proprio nel passato va ricercata la vera matrice che lega in modo così viscerale il Caffè Sciarra con la città rossoblù. Un trascorso e relativo futuro che, come vuole la tradizione, continueranno ad avanzare nel tempo simbioticamente, poiché ciò che si genera congiuntamente è difficile da disgiungere.

Per la locandina ufficiale dell’evento, click qui.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.121 volte, 1 oggi)