SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una perenne corsa all’inseguimento di successo e fama, con l’ipotesi oggigiorno molto verosimile che quest’ultima si tramuti in nomea. Per molti artisti l’arte non è nient’altro che il sentiero che conduce alla popolarità piuttosto che un’intrinseca, para-spirituale forma d’espressività.

Avrà per molti un sottosfondo onirico il libro di Luca Beatrice che verrà presentato venerdì 17 agosto, alle ore 21.30, presso il Circolo Nautico di San Benedetto Del Tronto, dato che purtroppo per un elevato numero di noi il poter divenire rockstar s’avvererà solo nel ricettacolo immaginario del nostro cervello.

Immaginazione, ma anche commercio, intuito, acutezza nel seguire le mode e lungimiranza. Questa l’alchimia, secondo Beatrice, che gli artisti famosi da lui analizzati hanno percepito e consequenzialmente  adottato per raggiungere l’ambita celebrità. Un iter a volte lungo e faticoso, a volte no, nel quale i mass-media giocano un ruolo fondamentale. La società dei perfetti anonimi e quella parallela dello spettacolo, dove i conosciutissimi VIP si trascinano tra scandali e palasport strapieni sulle prime pagine di quotidiani e telegiornali.

Un’occasione, quella della presentazione del libro “Pop, L’invenzione Dell’Artista Come Star”, per ascendere nell’Olimpo delle vite colme di fama e gloria di tanti personaggi quali Dalí, Warhol, Koons e Hirst. Una scalata verso un mondo fatto di soldi, potere e affermazione mediatica che in alcuni casi può durare decenni (vedi i Rolling Stones) oppure solo pochi anni, addirittura spezzandosi con tragiche o assurde morti (Morrison, Winehouse).

Evento organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la libreria “La Bibliofila”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 209 volte, 1 oggi)