SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il passato ritorna, e i protagonisti restano gli stessi. La Samb Beach Soccer apprende la notizia che nei quarti di finale dovrà affrontare sul campo, pardon sulla spiaggia ospite, i temuti atleti laziali del Terracina. Tutto come nel 2011, quanto le due fazioni si fronteggiarono sempre nello stesso contesto di turnazione per poter accedere alle semifinali.

Sfida non facile per i bravi atleti rossoblù che stanno mantenendo alto l’onore dello sport su spiaggia marchiato San Benedetto Del Tronto. Entrano infatti in gioco una serie di fattori che gravitano minacciosi attorno alla squadra rivierasca. In primis la location in cui si giocherà la partita, ovvero lo “Stadio Sul Mare” a Latina che nei giorni 17-18 e 19 agosto nei quali sono programmate le finali sarà indubbiamente gremito di tifoni bianco-azzurri.

Inoltre, il nome dell’avversario fa balzare celermente in testa tre fattori non da poco: primo, la squadra della provincia di Latina è campione in carica e secondo, la passata estate sempre nei quarti e sempre contro il team guidato da Del Duca i rossoblù persero per 2-3 a soli 40 secondi dal termine della sfida, con una memorabile rovesciata di Stankovic. Terzo, tutti i big pontini dello scorso anno sono stati confermati, tranne lo stesso Stankovic sostituito dal temuto bomber Malias.

Motivi che in alcun modo cagionano in maniera pessimistica l’animo e lo spirito di combattimento della Samb, e per bocca di Ciferni traspare chiaramente la voglia di guerreggiare dando il massimo.

“Siamo pronti per la battaglia – dice il presidente – e soprattutto pronti a buttare, come sempre, il cuore oltre l’ostacolo. Ogni tanto nella storia succede che Davide riesce a battere Golia. Noi ci crediamo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)