MARTINSICURO – Stanziati 600mila euro per interventi di sistemazione della foce del Vibrata.

La somma (di cui 250 mila euro di fondi Fas 2007-2013 della Regione Abruzzo e 350mila euro di fondi Fas della Provincia per l’alluvione del marzo 2011) sarà interamente impiegata per una serie di interventi sull’ultimo tratto del torrente, come la riparazione degli argini, la pulizia delle sponde, l’abbassamento del letto del fiume, mettendo così in sicurezza la zona a confine tra Villa Rosa ed Alba Adriatica da future esondazioni.

Il finanziamento va ad aggiungersi ai 320mila euro della Provincia di Teramo (fondi destinati alle spese per le somme urgenze dell’alluvione del marzo 2011) che saranno rimborsati a Martinsicuro e che saranno utilizzati per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio. I 320mila euro dovrebbero essere erogati in una prima tranche a stretto giro di tempo, e la successiva nei prossimi mesi.

“Grazie all’impegno congiunto di Regione Abruzzo e Provincia di Teramo, che hanno messo a disposizione circa 25 milioni di euro per tutta la provincia, il nostro Comune – afferma il consigliere di minoranza del Pdl e consigliere provinciale Massimo Vagnoni – riceverà una somma che potrà essere impiegata per interventi volti alla risoluzione di alcune criticità del nostro territorio, come ad esempio la sistemazione di sottopassi e canali di scolo. Finalmente arriva la conferma di quanto dicevamo da mesi; ovvero che il lavoro della filiera istituzionale sta dando i suoi frutti. Alla Regione e alla Provincia di Teramo vanno i ringraziamenti per aver dato una risposta concreta e tempestiva ai Comuni che si trovano in  grandi difficoltà economiche e che potranno utilizzare queste risorse per la realizzazione di opere che miglioreranno l’assetto idrogeologico della nostra città.

Il ristorno di questa somma – aggiunge Vagnoni – conferma altresì la bontà della scelta operativa effettuata nel 2011 dall’amministrazione Di Salvatore che, di fronte al forte evento calamitoso ed alle forti mareggiate, unitamente agli uffici preposti, si prese la responsabilità di intervenire con tempestività e con procedure (all’epoca criticate dalle opposizioni) ma che oggi ci consentiranno di ricevere in restituzione le somme anticipate”.

Sull’impiego dei 320mila euro di rimborso per le spese di somma urgenza Vagnoni afferma che, con la convocazione della Commissione Controllo e Garanzia, si verificherà come verranno impiegati i fondi e per quali interventi. Per quanto riguarda invece i 600 mila euro in arrivo per il Vibrata, Vagnoni auspica che i lavori possano essere fatti prima dell’inverno. “Ho sollecitato l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici Romandini affinchè gli uffici preposti predispongano entro pochi giorni il progetto di intervento, che poi sarà illustrato a tutti i soggetti coinvolti (Comuni di Martinsicuro ed Alba Adriatica, cittadini, associazioni interessate)”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)