SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A mali estremi, estremi rimedi. La prolungata siccità e l’elevato consumo idrico che si registra in questo periodo, soprattutto per via del grande caldo, costringono la Ciip, la società che gestisce il ciclo delle acque, a dare attuazione alla prima misura di emergenza disponendo la chiusura notturna dei serbatoi che servono numerose località della provincia a partire da giovedì 9 agosto, dalle 23 alle ore 6, fino a nuovo avviso.

L’intervento si pone il fine di garantire un’equa distribuzione delle risorse disponibili e, sempre la Ciip informa che tale azione rappresenta solo la prima fase di possibili altre decisioni attivabili in relazione all’andamento delle portate sorgentizie, all’andamento climatico e alla domanda idrica da parte delle utenze.

Per quanto concerne San Benedetto del Tronto, le aree interessate saranno Contrada Marinuccia e la parte alta di Zona Ascolani. A Ripatransone verrà interessato tutto il centro urbano, così come a Montedinove, Montalto e Acquaviva (assieme a Contrada San Vincenzo, Colle in Su e Zona industriale). A Grottammare il tratto interessato sarà pertanto quello della Zona Ovest di Via Valtesino, fino all’area artigianale.

Per maggiori informazioni sugli altri Comuni è possibile consultare il sito www.ciip.it.

La Ciip sta comunque provvedendo ad avvisare le popolazioni della possibilità di un razionamento del servizio anche mediante annuncio con fonica circolante in tutte le aree interessate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.003 volte, 1 oggi)