CUPRA MARITTIMA- La serata di mercoledì 8 agosto presso la Pineta del Lungomare Romita prevede artisti di calibro internazionale dal forte richiamo per gli amanti del genere.

La International Rock Agency  di Stefano Luciano ed il Bad Bull in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Cupra Marittima presentano la terza edizione della Rock Night.

Alle ore 20:00 l’esibizione della band Phoenix Rising capitanata da Titta Tani noto al pubblico Prog rock per essere l’attuale batterista dei new Goblin.

Poi sarà la volta di Michael Angelo Batio funambolico chitarrista americano, considerato lo shredder per eccellenza e il più veloce chitarrista di sempre.

Con la sua band proporrà il suo “Hands Without Shadow’s – A Tribute to Rock Guitar” un formidabile tributo ai chitarristi più importanti della storia del rock, come Jimi Hendrix, Eric Clapton, Led Zeppelin, Van Halen, Metallica, i cui brani più celebri saranno riproposti in spettacolari arrangiamenti.

Batio ha frequentato la Northeastern Illinois University ricevendo la laurea in teoria musicale e composizione; la rivista Guitar One lo ha votato nel 2003 come il più veloce shredder (chitarrista dotato di notevole tecnica e velocità) di tutti i tempi.

Ha iniziato lo studio della chitarra a dieci anni raggiungendo un ottimo livello tecnico nel giro di pochi anni. Inizialmente mancino, ha imparato nel tempo a suonare anche con impugnatura destra e in entrambi i casi premendo le corde sui tasti sia da sotto, sia da sopra (come un pianoforte) con inarrivabile velocità e precisione.

Ancora oggi continua a regalare emozioni con la sua voce  magica, fatata, tecnica ma non troppo e riconoscibile tra un milione di improbabili cloni: “l’insostenibile leggerezza del rock” la chiamano.

Inizialmente mancino, ha imparato nel tempo a suonare anche con impugnatura destra e in entrambi i casi premendo le corde sui tasti sia da sotto, sia da sopra (come un pianoforte) con inarrivabile velocità e precisione.

I suoi fulminei cambi di chitarra e impugnatura lo hanno reso noto in tutto il mondo così come la sua capacità di suonare due chitarre contemporaneamente, anche su partiture differenti.

È l’inventore della quad guitar, una chitarra con quattro manici a stella, di cui i due inferiori a 6 corde e i due superiori a 7 corde. Forte di una conoscenza totale del suo strumento, Batio è anche inventore di alcuni sistemi elettronici per attenuare i disturbi in uscita dalla chitarra, ottenendo legati e tapping molto precisi.

 

Uno spettacolo da non perdere per tutti gli amanti del genere e non solo, in cui proporrà, insieme alla sua band, i classici del repertorio anni ’70 /80 come  Burn, Highway Star , Man on the silver mountain, Long live rock & roll, i surrender, perfect strangers e molte altre. Non si terrà più quindi il concerto al Castello di Sant’Andrea come comunicato in precedenza ma bensì  presso la pineta del viale Romita. Il costo del biglietto è di 15 euro.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)