GROTTAMMARE – Amare imposte. L’imprenditore grottammarese Umberto Scartozzi, già protagonista nella battaglia per la “non attuazione” della nuova imposta di soggiorno, non molla ed espone presso gli uffici dell’associazione, di cui lui stesso è presidente, l’Aot (Associazione Operatori Turistici), un cartello chiaro e dal forte tono di protesta.

Una provocazione che non passa di certo inosservata vista la centrale affissone in Piazza Carducci.

L’accento, del polemico cartello, è posto sull’unicità; ovvero sul fatto che dal capoluogo di provincia”Ancona fino alla regione Molise” gli unici comuni ad avere inserito il nuovo regolamento, che già tassa i pernottamenti dei turisti sul territorio, sono Grottammare e il vicino comune limitrofo, San Benedetto del Tronto.

Una frase conclusiva molto forte chiude il cartellone di protesta: “Vergogna”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 285 volte, 1 oggi)