SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Quattordicenne in attesa di adozione ruba gioielli in casa della famiglia che lo aveva avuto in affido. Un minorenne, ospite della casa famiglia di Sant’Egidio alla Vibrata, si era trasferito da qualche tempo ad Arezzo, con quelli che sarebbero dovuti diventare i suoi genitori adottivi. Prima di far ritorno in Val Vibrata, però, ha pensato bene di fare razzia di gioielli nella casa di Arezzo, per un valore di 2500 euro. Una volta a Sant’Egidio il ragazzino si è rivolto ad un commerciante locale, L.V.B. di 35 anni, di Valle Castellana, che ha acquistato i gioielli per poche centinaia di euro e poi li ha rivenduti ad un negozio “Compro Oro”, adducendo come scusa il fatto che si trovava in difficoltà economiche. Ha venduto parte dei gioielli per una cifra di poco inferiore ai mille euro (per incassare i contanti e non registrare la transazione), mentre per la restante parte della refurtiva, qualche giorno dopo, nello stesso negozio l’uomo ha inviato un suo dipendente, F.P. di 23 anni originario della provincia di Caserta. Il titolare del “Compro Oro” però ha riconosciuto la merce, e non l’ha acquistata.

Nel frattempo la famiglia di Arezzo ha presentato denuncia e i carabinieri di Sant’Egidio alla Vibrata, guidati dal maresciallo Mario De Nicola, dopo alcune indagini sono risaliti ai due uomini, che sono stati denunciati per ricettazione.

Grazie alla collaborazione del titolare del “Compro Oro”, parte dei gioielli è stata recuperata e restituita ai proprietari, mentre le indagini proseguono per cercare di risalire all’altra parte della refurtiva, che potrebbe essere stata rivenduta in altri negozi simili presenti nel Teramano.

Il quattordicenne è stato denunciato al Tribunale dei Minori dell’Aquila per furto in abitazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)