SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà un suono dai riff chitarristici del miglior punk-rock dei primi anni Ottanta a riverberare nei locali del Geko con una band che si sta facendo strada sulla scena della musica indipendente italiana, i Management del Dolore Post-Operatorio.

Se per i quattro “poeti provinciali”, come loro stessi amano definirsi, la serata di mercoledì 1° agosto nel locale di via Dei Tigli rappresenta una nuova tappa del tour promozionale dell’album Auff!!, per il Geko è un’occasione per presentare alla città i brani di quattro giovani abruzzesi che a seguito di un incidente d’auto, si ritrovano tra i corridoi di un ospedale a elaborare la filosofia della loro musica mentre fanno i conti, per l’appunto, col dolore post-operatorio.

Ne nasce così una discografia che prende spunto dalle sonorità indie, rock e punk unite alla loro ironia verbale per mettere in scena un vero e proprio teatro vivido e spietato, quale quello della vita, con tutte le sue contraddizioni e situazioni grottesche grazie alle quali entrano ai primi dieci posti della “Top 50 brand new 2010” dei MeiWeb, la classifica dedicata alla musica emergente, o come con il singolo “Nei Palazzi” ricevono il premio per l’innovazione tecnologica nella promozione musicale e via via con gli altri concorsi fra cui “Italia Wave”, “Primo Maggio Tutto l’Anno” e il “Rock è Tratto” fino al festival “Upload” alla cui direzione vi è anche Cristiano Godano dei Marlene Kunz.

Tutte occasioni ben sfruttate dai quattro giovani di Lanciano che hanno avuto così modo di portare il proprio discorso artistico a platee rimaste incuriosite e allo stesso tempo affascinate dal loro progetto che li porta a conquistare nel 2010 il “Premio produzione al MArteLive”, una rassegna artistica volta al lancio di nuove realtà nel panorama musicale e teatrale, e a pubblicare poco tempo dopo con l’etichetta MArteLabel il loro album d’esordio “Auff!!” presentato al Geko attraverso la rassegna dei “Mercoledì Live & Disco Garden” a partire dalle ore 23 sempre a ingresso gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 147 volte, 1 oggi)