COLONNELLA – “Colonnella Music Fest – Jazz e dintorni” torna anche quest’anno dal 2 al 4 agosto con tre serate di musica sotto le stelle. A partire dalle 21,30 blues e jazz protagonisti assoluti in piazza del Popolo, con tre ospiti d’eccezione: Francesco Piu con Carlo De Signoribus & Chicago Line Blues Band (2 agosto), Simona Molinari (3 agosto) i Funkoff (4 agosto).

Francesco Piu giovane chitarrista autodidatta, armonicista e cantante, ha già saputo stupire gli spettatori di festival prestigiosi quali l’International Blues Challenge di Memphis e il Pistoia Blues. Ha aperto per il padre del british blues John Mayall, duettato con artisti del calibro di Tommy Emmanuel, è stato due anni in tour come chitarrista di Davide Van De Sfroos.
Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica: questa la formula magica del sound di Francesco Piu. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, il bluesman sardo si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.

Nella serata di giovedì 2 agosto sul palco del Colonnella Music Fest ci saranno anche Carlo De Signoribus e i Chicago Line Blues Band. Armonicista blues con una grande passione per il Chicago style, De Signoribus è il promotore della band, con la quale si intende riproporre, sempre attraverso una personale interpretazione, il sound essenziale, ma allo stesso tempo ricercato, del blues di Chicago.

Venerdì 3 agosto è la volta di Simona Molinari, cantante e attrice con collaborazioni artistiche del calibro di Michele Placido, Caterina Vertova ed Edoardo Siravo. Debutta come protagonista nel musical Jekyll&Hide con Jo Di Tonno. Nel 2007 inizia il progetto discografico che la porterà, con Sanremo 2009, alla ribalta nazionale e a scalare le classifiche dei singoli più venduti. Oltre al successo televisivo arrivano unanimi consensi di critica. Simona Molinari è in tournee con il nuovo disco “Tua” che vede la partecipazione di artisti di fama internazionale come Danny Diaz, il pianista Dado Moroni e Peter Cincotti, jazzista newyorkese con cui duetta nella hit radiofonica “In cerca di te (Sola me ne vo per la città)”.

A chiudere la rassegna colonnellese sabato 4 agosto  ci saranno i Funkoff, la prima funky marchin’band italiana in grado di unire il groove della black music con arrangiamenti di tipo jazzistico, lo stile e la melodia italiana con movimenti e coreografie di grande impatto visivo ed emotivo. Nati nell’inverno del 1998, dopo una intensa attività live arrivano all’attenzione dei responsabili di Umbria Jazz. Voluti nel 2003 come ospiti in occasione del trentennale di Umbria Jazz, hanno colorato e riempito di energia di Funk e Soul, Jazz e R&B le strade di Perugia, approdando poi sul palco di un entusiasta James Brown. Da allora la band è stata sempre presente in tutte le altre edizioni del celebre festival perugino.

Dario Cecchini, musicista con una carriera più che ventennale sia in ambito jazzistico (Lee Konitz, Natalie Cole, Kenny Wheeler, Eumir Deodato, M. Giammarco, S. Bollani) che pop (Eros Ramazzotti, Jovanotti, Biagio Antonacci, Giorgia, Alexia) è il deus ex machina e fondatore della band. E’ presente in oltre 30 Cd dei quali 8 come leader. Nelle sue composizioni ritmi funk, dispari, latini e rock, si fondono in brani con strutture che a volte si rifanno al jazz e che a volte se ne distaccano completamente, senza preclusioni di stile e sonorità. Con i Funkoff analizza e sviluppa il concetto di “banda” fino ad estremizzarlo in tutte le sue componenti: armonica, timbrica, ritmica e visiva.

Il Colonnella Music Fest è organizzato dall’associazione Colonnella LiberaMente e dal Comune di Colonnella. Ingresso gratuito.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 811 volte, 1 oggi)