SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla ri-conquista delle “bandiere”. Si è svolta giovedì 26 luglio, in piazza Giorgini, la cerimonia “Per un territorio di qualità” nell’ambito della quale sono stati consegnati i riconoscimenti ad amministrazioni comunali e scuole che hanno conquistato le “bandiere” sinonimi di eccellenza qualitativa.

Lo spettacolo si è aperto con la consegna da parte dell’assessore all’Ambiente Paolo Canducci alle scuole primarie dei tre Circoli sambenedettesi del “Premio Scuola Ambiente” e la consegna della Bandiera Verde Eco school per l’impegno dedito alle buone pratiche ambientali.

La Bandiera Blu 2012 è stata consegnata da Claudio Mazza, presidente FEE Italia, al sindaco di San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari e ai rappresentanti dei comuni marittimi marchigiani e abruzzesi, da Porto Sant’Elpidio fino a Martinsicuro, che l’anno conquistata. “Il merito del riconoscimento – afferma Mazza – non è solo dell’ottima qualità delle acque di balneazione, ma anche dello sforzo continuo effettuato durante tutto il corso dell’anno per la raccolta differenziata, per l’educazione ambientale rivolta alla cittadinanza, alle scuole per sensibilizzare sull’importanza della sostenibilità ambientale. È fondamentale mantenere elevato lo standard a livello internazionale, non solo più a livello europeo”.

“Questo evento – ha affermato il sindaco Giovanni Gaspari – è un momento di divertimento, ma anche di sensibilizzazione sull’importanza della Bandiera Blu e di informazione sulle politiche ambientali messe in campo nella nostra città. La serata intende essere anche un’occasione per promuovere in sinergia il nostro comprensorio, unito dalla tradizione dei Borghi di qualità e dalla Bandiera Arancione. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le Autorità espressione degli organismi pubblici e privati che, ciascuno per le proprie competenze, creano una rete capace di monitorare continuamente la situazione a tutela della qualità di vita dei cittadini”.

La serata è proseguita con gli spettacoli della compagnia teatrale “Corona” che, con “Incanti marini”, attraverso la musica, la danza e il canto, ha bene interpretato il legame che sussiste tra il mare e l’uomo, e con i falconieri che hanno incantato con le esibizioni aeree dei rapaci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 197 volte, 1 oggi)