CUPRA MARITTIMA – Artocria ancora è nell’aria, si è svolta pochi giorni fa la prima edizione della rievocazione romana di Cupra Marittima e ancora se ne parla.

L’assessore al turismo Marco Malaigia, promotore dell’iniziativa, coglie l’occasione per fare un primo bilancio a riguardo. “Sia la sfilata che lo spettacolo serale che la cena hanno riscosso un buon successo. Peccato che a causa della pioggia sia durata solo uno dei due giorni previsti, però noi del Coa, Comitato Organizzato Artocria, possiamo comunque ritenerci molto soddisfatti.

Certo, ci sono degli aspetti da migliorare, ma è stata una manifestazione apprezzata da turisti e cittadini. Intanto ringrazio tutti i cuprensi che hanno collaborato per la riuscita dell’iniziativa che hanno lavorato senza nessun tornaconto.

Preziosissimi sono stati la Pro Loco che ha gestito il tutto; l’Archeoclub per il supporto culturale, gli sponsor che hanno contribuito sia con beni materiali sia con contributi economici; gli chalet che hanno messo a disposizione l’acqua da bere ai figuranti; l’Hotel Oasi anche per il graditissimo buffet a base di frutta offerto a tutti i figuranti al termine della sfilata; il servizio d’ordine; l’Acot che ha partecipato economicamente e che ha ospitato le donne del Gruppo Storico Romano.

Ringrazio dunque il Gruppo Storico Romano che ha partecipato con entusiasmo ad “Artocria”. E non ultimi, non finiremo mai di elogiare chi ha lavorato dietro le quinte.

Abbiamo consegnato ad alcuni di loro già delle targhe di ringraziamento: a Gabriele Di Fiore per aver disegnato i costumi, a Marilena Ciarrocchi per averli realizzati concretamente, a Simonetta Olivieri per aver curato tutta la parte gastronomica e non solo, a Guido Mariani per aver costruito la lettiga di Poppea e per la sua disponibilità. A breve verranno ringraziati anche gli altri collaboratori”.

In Malaigia e non solo in lui vi è la certezza che Artocria ha tutte le carte in regola per diventare un evento di spessore che non sia limitato alla due estiva, ma può essere un vero e proprio punto di interesse per tutto il paese per tutto l’anno.

Conclude l’assessore: “Ne è un esempio il successo riscosso dal pane di farro fatto riscoprire grazie alla cena storica e ora messo in vendita da Settimio Tassotti, titolare del Forno Tassotti. Questo ci fa capire che i commercianti possono prendere spunto da Artocria per delle piccole, grandi opportunità.

L’idea inoltre  è quella di coinvolgere nella prossima edizione tutto l’Ager Cuprensis, ovvero anche i paesi limitrofi. Inizieremo tra pochi mesi a lavorare già per il prossimo anno e contatteremo i sindaci e i presidenti delle varie Pro Loco per partecipare alle riunioni in modo da attuare una manifestazione davvero importante”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 446 volte, 1 oggi)