GROTTAMMARE – “Un piccolo scrigno che mi coltivo da 10 anni”, commenta così il sindaco di Grottammare, Luigi Merli, l’importante anniversario della rassegna musicale dedicata a Liszt.

Un percorso tra l’Amministrazione comunale e Federico Paci, che per questa edizione omaggerà con delle foto riassuntive tutte le edizioni passate.

“I progetti culturali attecchiscono e diventono continuativi- sottolinea l’assessore alla Cultura, Enrico Piergallini– quando le idee sono chiare e sostenibili a livello economico, il Festival Litsz ne è un esempio”.

Si comincia il 29 luglio nella Chiesa di Santa Lucia, alle 21.30, con l’anteprima della rassegna che inizierà ufficialmente il 20 e continuerà con fino al 26 con cinque appuntamenti totali.

Anche quest’anno grandi interpreti lisztiani, giovani virtuosi e pianisti di fama internazionale, da János Balazs a Yulianna Avdeeva, Nikolay Khozyainov, Jean Yves Clément e Pierre Rèach, fino al giovanissimo talento Jin Cumno, vincitore di premi internazionali.

“Per questa edizione- continua il direttore artistico Paci- verranno lette dall’attrice Vanessa Gravina, le lettere del musicista che ha rivoluzionato le sonorità della musica, scritte proprio durante la sua permanenza a Grottammare.

Il sindaco Merli ha poi annunciato che domenica alle 18.30 verrà inaugurato il percorso al Paese Alto di Grottammare che conduce alle logge e al lavatoio del ‘500 e verrà intitolato “Scala Liszt

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 182 volte, 1 oggi)