MARTINSICURO – Piovono acqua e polemiche in queste ore a Martinsicuro, con l’amministrazione Camaioni nell’occhio del ciclone dopo l’allagamento del sottopasso di via Roma. La viabilità è stata per il momento ripristinata ma, date le previsioni che annunciano altri temporali, non è escluso che ulteriori difficoltà possano ancora registrarsi nelle prossime ore, con la strada nuovamente interrotta. Ad accrescere i malumori dei cittadini il fatto che il sottopasso sia stato riaperto appena cinque giorni fa, dopo 16 giorni di chiusura per lavori volti a migliorarne la funzionalità.

“Sono stati spesi soldi pubblici per fare un cattivo lavoro, che invece di risolvere il problema, lo ha oltremodo aggravato – attacca Concetto Di Francesco, segretario dell’Udc -. A Martinsicuro la pioggia non è stata così intensa come invece a San Benedetto, eppure sono bastate poche gocce per provocare l’allagamento”. Di Francesco sostiene che con il rifacimento del solettone e gli interventi di impermeabilizzazione effettuati nelle scorse settimane sia stato compromesso il sistema di drenaggio delle acque. “Hanno trasformato il sottopasso in una piscina – attacca il segretario dell’Udc – Dopo i lavori effettuati dalla precedente amministrazione, il sottopasso non si era più allagato. E’ emblematico che invece abbia avuto problemi dopo gli ultimi lavori e a seguito di poche gocce di pioggia”.

La struttura, che pure negli anni ha subito numerosi interventi sia per migliorare l’efficienza delle pompe, sia per risolvere il problema dell’acqua che filtra dal sottosuolo e dai muri, sarà interessata da nuovi lavori per canalizzare verso fosso Ottone l’acqua che giunge dalla collina e che con le piogge si riversa attualmente su via Roma.

“L’allagamento del sottopasso rappresenta il flop dell’amministrazione Camaioni – prosegue Di Francesco – e dell’assessore ai Lavori Pubblici D’Ambrosio che non si è assicurato che i lavori fossero effettuati nel migliore dei modi. Se bastano venti muniti di pioggia per far sì che sia impossibile transitare su via Roma, dovremo seriamente preoccuparci dal prossimo 25 luglio, quando chiuderà per un anno e mezzo via Colombo per i lavori del sottopasso ferroviario. Martinsicuro rischia seriamente di restare isolata in caso di pioggia, con l’unica via di fuga in via dei Castani o attraverso Villa Rosa”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 852 volte, 1 oggi)