SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Creare un sistema, una rete che metta in comunicazione tutti gli eventi e le tipicità del nostro territorio. Questa è la volontà espressa dall’assessore provinciale al Turismo Bruno Gabrielli, e che pare sia supportata dalla Regione.

Che le Marche non si fermino più a Loreto, verrebbe voglia di domandarsi? Pare proprio di sì questa volta. Tra la crisi che attanaglia l’Italia, le altre mete turistiche estere che sono divenute concorrenziali negli anni, e l’accorgersi che non si può vivere di rendita (speriamo non sia troppo tardi, ndr), si è deciso di unire le forze. Ecco allora una tavola rotonda al Consorzio Riviera delle Palme. Presenti il presidente Stefano Greco, Gabrielli,  Alessandro Zocchi il portavoce dello Stl (Sistema Turistico Locale che coinvolge mari e monti) e dalla Regione il dirigente del Servizio Turismo Cultura e Commercio, Pietro Talarico e il funzionario che si occupa di valorizzazione turistica integrata del Sistema Marche, Mario Ruggini e dalla Provincia il dirigente Roberto Giovannozzi.

Quattro gli obiettivi da raggiungere a partire dal il consolidamento del Brand Marche e il finanziamento per rendere fruibili al pubblico in tempi relativamente brevi di dimore pubbliche con la conseguente realizzazione di nuovi posti di lavoro per i giovani. Il puntare sempre di più ad una cartellonistica comune e per un’informazione corretta, mettere in rete i Punti Iat (Informazione e Accoglienza Turistica). In più si dovrebbe secondo Mario Ruggini, investire di più sulla informazione del ciclo-turismo sugli hotel e i percorsi idonei.

“Da diversi mesi, dal cambio della presidenza, il Consorzio sta lavorando a mettere insieme le eccellenze del territorio non solo quelle pubbliche ma anche enogastronomiche” commenta Greco

Ecco perché, spiega Giovannozzi, è nato “Il Piceno” una raccolta di tutti i luoghi, percorsi ed eventi del Piceno.

“La porta del nostro territorio sarà sempre il mare- commenta Gabrielli- poi il turista deve essere preso per mano per fargli scoprire tutta la nostra Provincia”.

Per aiutare coloro che si occupano dell’ospitalità, la Regione Marche ha istituito un sito di promozione www.turismo.marche.it dove possono possono essere inseriti i dati degli hotel. Previsti anche contributi per operatori che porteranno turisti (minimo un pernottamento). In più verranno promosse all’Aeroporto di Falconara le tratte che portano nuovi flussi d’entrata, soprattutto dal nord Europa e un’apertura al turismo cinese.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 744 volte, 1 oggi)