Quiete pubblica. Tra i tanti problemi alla quiete pubblica che sta vivendo il Comune di San Benedetto, ce n’è uno a Grottammare molto particolare ma non per questo meno grave. Tutti sanno che da un paio di anni c’è una famiglia che vive con la loro auto nel parcheggio del centro commerciale l’Orologio. Un problema che noi abbiamo sollevato dopo che erano arrivati in redazione problemi riguardanti l’igiene nel solito punto ove l’automobile staziona. Pare che il sindaco Merli le abbia provate tutte ma senza successo. Tanto è che la situazione è in fase di stallo. Non è così però per un problema che gli abitanti della zona hanno segnalato alle forze dell’ordine e proprio ieri alla nostra redazione.

Pare, anzi è così, che ogni notte alle tre la famigliola che vive in auto sia costretta a rincorrere alcuni ragazzi che, con urla e schiamazzi, si prendono gioco di loro. Con il risultato che, chi abita nei pressi, viene puntualmente svegliato in piena notte dalla violenta lite che si scatena in un’ora in cui solitamente tutti dormono. Sembrerebbe che la polizia non possa fare più di tanto perché ha problemi più grandi a quell’ora. E’ possibile ma il sindaco di Grottammare non può far finta di nulla, deve trovare un rimedio (che a me non sembra così difficile) affinché la quiete dei suoi cittadini possa essere ristabilita.

Una raccomandazione della quale Luigi Merli non può non tenerne conto perché il pericolo che una di queste notti possa succedere qualcosa di più grave non è così impossibile. Prevenire è sempre meglio che… dover curare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.058 volte, 1 oggi)