MARTINSICURO – Il Martinbook Festival entra nel vivo. La manifestazione, che prosegue fino al 21 luglio, questa sera a partire dalle 21,15 vedrà sul palco della rotonda Las Palmas  l’associazione culturale Frammenti, con la proiezione di un serie di cortometraggi e a seguire la criminologa Roberta Bruzzone e l’associato di ricerca Cnr e del Lims (London Institute for Mathematical Sciences) Marco Santarelli, che relazioneranno sul tema “Crimini e comunicazione oggi: l’Italia è il paese della paura?”. Moderatore della serata il giornalista Domenico Marocchi.

Giovedì 19 luglio, a partire dalle 21, spazio ai bambini con i giochi di “Ok Animazione” con un programma pensato per il divertimento di grandi e piccini.

Alle 21,30 i libri sono di nuovo protagonisti con due presentazioni: “Ti dico che non ho sognato” (Bietti Editore) di Carmelo Pistillo, e “Strafalciopoli – dove la cronaca si fa comica” (La Lepre Editore) di Gianluigi Gasparri.

“Ti dico che non ho sognato” è un viaggio dentro il mistero che unisce, come un filo rosso, tutti i personaggi dei racconti che lo compongono. C’è un’origine che li accomuna e li rende simili: essi hanno vissuto il loro tempo dissimulando i propri sentimenti. Il libro mette a nudo la complessità dell’anima, sempre più compromessa dalla vicinanza con il peccato e le sorprese carnali. Carmelo Pistillo è, oltre che scrittore, anche drammaturgo, regista, attore.

“Strafalciopoli” è un esilarante affresco satirico sull’inesplorato mondo del giornalismo di periferia descritto da Gianluigi Gasparri, già caporedattore de Il Resto del Carlino, come una specie d’inferno abitato da pochi cronisti stressati, affaticati, frustrati e che si odiano cordialmente. Da questo inferno sbocciano come fiori di campo spettacolari cavolate e nonsense affascinanti: “Finalmente una tragedia che è finita nel migliore dei modi”, “Migliorano le condizioni del carabiniere rimasto ucciso”, “L’aumento salariale sarà del -4%”. In questo particolare mondo, talvolta desolato e desolante, il libro si muove con allegro disincanto, comica rassegnazione e totale irriverenza.  Moderatore degli incontri il giornalista Antonio D’Amore, direttore del La Città Quotidiano e collaboratore de Il Fatto Quotidiano.

A chiudere la serata il concerto dei Persina Pelican con la presentazione in anteprima del cd in uscita a settembre “How to prevent a cold”.

Venerdì 20 luglio il Martinbook Festival si trasferisce dal lungomare nel centro cittadino con una serata interamente dedicata allo sport, ed in particolare al calcio. A partire dalle ore 21,30 in piazza Cavour il giornalista Sky Maurizio Compagnoni e i colleghi Davide Crisci (Il Corriere Adriatico), Sandro Di Stanislao (Il Centro), Pier Paolo Flammini (Riviera Oggi), Luca Zarroli (Cityrumors) avvieranno un dibattito sul tema “Il calcio: dalle società locali che si barcamenano tra tanti sogni e mille difficoltà ai grandi club offuscati dall’ombra delle scommesse”.

Il Martinbook Festival ha il patrocinio della Provincia di Teramo, della Regione Abruzzo e del Ministero dei Beni Culturali.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 285 volte, 1 oggi)