SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Far passare per sfida ed iniziativa lodevole ciò che in realtà rappresenta il semplice rispetto delle regole. O meglio, di un’ordinanza comunale, tanto chiara quanto esaustiva: “I titolari degli esercizi pubblici e delle attività commerciali non possono somministrare e vendere alcolici ai minorenni”. Firmato Giovanni Gaspari.

Le conseguenze per i trasgressori? Salate. Sempre che ci sia qualcuno disposto a controllare chi sgarra: “Se si danno alcolici a persone di età compresa tra i 16 e i 18 anni – si legge ancora nel documento – c’è la sanzione amministrativa di 250 euro. In caso di accertamento di somministrazione o vendita di alcolici a minori di 16 anni, è prevista invece la comunicazione di reato all’autorità giudiziaria, a carico del titolare dell’esercizio (art. 689 del Codice Penale)”.

Tutto chiaro? Se non hai raggiunto la maggiore età scordati di poter ordinare al bancone dei locali della movida un super-alcolico. Un monito probabilmente non troppo ascoltato dai giovanissimi, considerata la recente idea dell’associazione Madrugada, ovvero l’installazione di cartelloni in plexiglass sul quale campeggia lo slogan: “Se hai meno di 18 anni non chiedere bevande alcoliche. Aiutaci a non trasgredire”. Scontata la reazione dei più maligni: “E’ come se facessero una campagna anti evasione con scritto chiedici lo scontrino, così resisteremo dalla tentazione di evadere le tasse”.

Verrebbe da chiedersi quanti ragazzi abbiano provato un senso di repulsione al mojito dopo la lettura del manifesto. Un po’ come indurre al pentimento il Mostro di Firenze avvisandolo che uccidere è peccato, oltre che reato.

In molti, se non tutti, continuano pertanto a credere che la via più semplice sia allo stesso tempo quella più logica: chiedere i documenti a ciascun ragazzo di età “dubbia”. In fondo, se dal portafogli escono puntualmente banconote su banconote, non si comprende perchè non possano essere estratti dei  semplici certificati di riconoscimento.

Per la risoluzione dei problemi basterebbe ogni tanto un briciolo di buon senso. Piuttosto che il varo di iniziative poco o affatto efficaci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.117 volte, 1 oggi)