Per gentile concessione di Nicola Lucidi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In questi giorni è in vacanza a San Benedetto la soprano Giorgia Fumanti, star di fama internazionale. E’ un’italiana-canadese soprano e cantante di pop lirico. Abbiamo approfittato dell’occasione per fargli qualche domanda.

Quando ha scoperto di avere una voce quasi celestiale?

“A 17 anni nel coro di una chiesa vicino casa. Ma cantavo già da bambina. Avevo una nonna che adorava la musica e come tutte le bambine per farmi addormentare cantava. Cresciuta in un’atmosfera dove la musica era il motivo in più per dare amore. La musica era il ponte tra la realtà ed i sogni”.

Dopo il coro cosa è successo?

“Ho iniziato a cantare filastrocche, ero troppo timida per pensare di diventare una cantante, volevo lavorare nel sociale, fare la missionaria con bambini portatori di handicap. Mi sono affiancato al coro della chiesa di Aulla, mio paese, ed il maestro Adriano Neri, bravissimo tenore incominciò con un arpeggio e rimase meravigliato e così la voce di soprano incominciai a coltivarla”.

La sua famiglia la incoraggiò, i suoi genitori era anche loro amanti della musica?

“Nella mia famiglia non c’era posto per artisti. I miei avevano una grossa impresa ed allora studiai giurisprudenza, ma dentro di me c’era questa voce che spingeva per uscire. Pur amando la lirica amavo tutta la musica, non solo l’opera. In me c’è quella bambina cullata dalla musica e da una magia che sentivo dentro”.

All’inizio del 2008, Giorgia ha cantato in duetto con la superstar cinese icona pop Wei Wei, per la TV Fairchild / Shanghai Media Group “, durante il Capodanno cinese All Star Show. Lo spettacolo segnò la sua prima volta in lingua mandarino. Grazie a quel grande successo si è esibì con altri quattro concerti davanti ad un pubblico infinito, milioni di spettatori. In Cina è molto apprezzata ed amata.

Il curriculum di grande successo di Giorgia è oggi importante e lunghissimo per cui vi consigliamo di andare sul suo sito personale: www.giorgiafumanti.com.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 634 volte, 1 oggi)